Le meravigliose spiagge della Sardegna

Valledoria

Spiagge di Valledoria

Situata nel Golfo dell’Asinara, a metà strada fra Santa Teresa di Gallura e Porto Torres, Valledoria si è nella posizione ideale sia per coloro che vogliono trascorrere una vacanza all’insegna dei piaceri della spiaggia e per chi vuole concedersi interessanti escursioni nell’entroterra sassarese e nuorese.

lingue di sabbia a Valledoria

lingue di sabbia a Valledoria

Il litorale comprende circa una ventina di chilometri di spiagge, la cui bellezza non ha niente da invidiare alle famose spiagge delle isole caraibiche. La costa è compresa in un lungo tratto che inizia con le scogliere di Castelsardo e finisce all’altezza di Isola Rossa. Inframmezzate da imponenti gruppi di rocce granitiche dai colori cangianti, le spiagge di Valledoria sono ampiamente conosciute dai turisti di tutto il mondo, e quindi particolarmente affollate, ma si possono trovare anche alcuni tratti che presentano ancora oggi un paesaggio assolutamente immacolato e selvaggio, l’ideale per chi è alla ricerca di tranquillità e relax.

Interessante anche la foce del fiume Coghinas, che in vista del mare si apre in un bacino ricco di attrattive naturali.

Tra le località interessanti che si possono raggiungere in escursione da Valledoria troviamo la deliziosa Stintino con il suo bellissimo lungomare fatto di incantevoli insenature, la Costa Smeralda, la Costa Paradiso e Castelsardo, tutte assolutamente imperdibili per bellezza e fascino.

Nell’entroterra si possono ammirare diverse testimonianze delle antiche popolazioni che abitavano l’isola in epoche remote, le necropoli di Anghelu Ruiu, ed i nuraghi sparsi su tutto il territorio dell’entroterra, tra boschi e distese di macchia mediterranea.

Spiaggia La Marinedda

Spiaggia La Marinedda è un’incredibile susseguirsi di splendide calette che si aprono improvvisamente ricche di fascino tra le imponenti e pittoresche scogliere di granito appena fuori dal grazioso paese di Trinità d’Agultu e Vignola, sulla costa nord della Sardegna, nelle vicinanze di uno dei tratti più belli del litorale della provincia di Olbia-Tempio nella sub regione della Gallura.

Acque limpide e cristalline

Acque limpide e cristalline

Località come Isola Rossa, piccolo agglomerato urbano di pescatori, dominato da un’austera ed imponente torre aragonese, che si specchia davanti ad un isolotto di granito rosso, oppure Costa Paradiso sono da ormai molti anni mete affollatissime di turisti provenienti da ogni dove, che adorano i forti contrasti e la selvaggia bellezza del mare che qui assume intense colorazioni smeraldo su cui si riflettono gli scogli di granito dall’intensa colorazione rossa e scolpiti in mille forme dalla millenaria opera di erosione dei venti e delle onde.

La Marinedda è la meta ideale per chi è alla ricerca di pace e relax, perchè tutti possono trovare, inoltrandosi lungo la costa un tratto di spiaggia, una piccola insenatura, una caletta dove trascorre re la giornata all’insegna del piacere, una bella nuotata, un bagno di sole, un’immersione con la maschera per ammirare i bei fondali incontaminati. In tutta l’area non mancano ottime offerte per quanto riguarda il soggiorno, sia hotel che villaggi turistici, e si possono trovare agevolmente tutte le attrezzature necessarie per trascorrere la giornata divertendosi, pedalò, windsurf, barche a vela e mountain bike.

Spiagge di Badesi e Li Giunchi

Un tempo il piccolo borgo di Badesi, nato probabilmente dall’insediamento di alcune famiglie di pastori era una delle località più genuine ed incontaminate della Sardegna. L’area si trova nel golfo dell’Asinara ed ha come confini ad est il paese di Trinità d’Agultu ed a sud ovest la cittadina di Valledoria.

Un mare di un colore incantevole

Un mare di un colore incantevole

Con il crescere dell’industria turistica gli occhi di molti si sono rivolti a questo splendido lembo di costa della Sardegna occidentale che presenta i tratti tipici e fantastici che caratterizzano la sub regione sarda della Gallura, immensi gruppi roccioso di granito dalle incredibili colorazioni che anno dal rosa candido al rosso acceso, e litorali di sabbia bianca o dorata che si prolungano per chilometri, dolcemente bagnati dalle acque del Mare Tirreno e amorevolmente accarezzate dalle brezza marine e dall’impetuoso maestrale.

Oggi trovare una sistemazione in questo vero e proprio paradiso non rappresenta un problema perchè a ridosso del piccolo agglomerato urbano sono sorte diverse strutture per la ricezione di turisti e viaggiatori. La spiaggia di Badesi, 8 chilometri di estensione, è un incanto paragonabile solo a certi litorali caraibici e dei mari del sud, con la lingua di spiaggia circondata da dune di sabbia e dalle propaggini della macchia mediterranea.

Anche la bella spiaggia di Li Junchi non è da meno, e rispetto alla prima è anche maggiormente dotata di tutti quei servizi necessari a chi cerca anche sulla spiaggia comfort e comodità, bar e ristoranti e noleggio di sdraio, ombrelloni e attrezzature da spiaggia costellano infatti l’interno della costa.

Spiaggia di San Pietro a Mare

La spiaggia di San Pietro a Mare è una delle molte incantevoli località che contraddistinguono le coste della Sardegna. La si incontra poco prima di raggiungere il paese di Valledoria, a poca distanza dalla foce del fiume Coghinas, percorrendo un breve tratto di strada che si conclude in un ampio parcheggio.

scoglierexsanpietro

Dominata da una piccola chiesetta rupestre è un tratto di sabbia bianca lunghissimo, dall’abbacinante colore bianco, e leggere sfumature rosa, l’ideale per le famiglie con i bambini perchè il mare è poco profondo per molti metri dalla costa. E’ una zona particolarmente amata anche da windsurfer e kitesurfer, gli appassionati degli sport velici, che la preferiscono ad altre spiagge vicine, come Badesi per esempio, perchè maggiormente riparata dalle sferzate del maestrale.

E una località balneare rinomata, e quindi per poterla godere totalmente incontaminata occorrerebbe raggiungerla al massimo entro giugno, perchè a luglio ed agosto è giustamente presa d’assalto dai bagnati e diventa rapidamente molto affollata, nonostante la sua estensione. Si possono trovare tutte le comodità della vita da spiaggia, dal noleggio di pattini e pedalò alle canoe, dai bar e ristoranti dove ristorarsi con uno spuntino o un bel pranzo.

Dopo una giornata passata a deliziarsi dello splendido mare azzurro, si può sostare ancora per godersi lo splendido tramonto davanti ad un aperitivo oppure fare un’escursione nella pittoresca e tipica cittadina di Valledoria, o nell’entroterra che presenta un aspetto selvaggio ed incontaminato, dove domina la vegetazione tipica della macchia mediterranea e boschi di lecci, ginepri secolari, oleandri, corbezzolo e mirto.

Spiaggia Isola Municca

La costa intorno al delizioso paese di Santa Teresa di Gallura è affascinante per il susseguirsi interminabile di candide distese di sabbia bianchissima e dorata che si alternano a fascinosi gruppi di scogliere costituite da granito, lisce e dal colore cangiante.

Questo panorama viene completato nella sua bellezza da uno degli specchi d’acqua più affascinanti dell’intero sistema costiero italiano, assumendo colorazioni fantastiche che vanno dall’azzurro al verde smeraldo, a seconda dei fondali sottostanti. Qui le acque sono così limpide e cristalline che le località balneari sono un vero paradiso non solo per chi vuole concedersi una bella nuotata ma anche per gli appassionati esploratori dei fondali marini, e per gli appassionati di pesca subacquea. Non manca la brezza ed il vento che fanno la gioia degli sportivi amanti del windsurf e del kitesurfing.

Lungomare e isole

Lungomare e isole

L’isola di Municca e l’altro piccolo isolotto di Munichedda si affacciano proprio di fronte ad una delle più interessanti spiagge di Santa Teresa di Gallura, la spiaggia di Rena Bianca, una distesa di quasi settecnto metri di sabbia bianchissima che si getta nel mare, ininterrottamente premiato, sin dal lontano 1987, dalla Bandiera Blu con cui in Europa si segnalano le spiagge più belle e più pulite.

Sull’isoletta della Municca trovano rifugio naturale diverse specie di uccelli marini, ed in passato era stata sicuramente una delle località in cui veniva estratto il granito, come dimostrano i molti reperti ritrovati. Sono diverse le possibilità di effettuare escursioni in motobarca.