Le meravigliose spiagge della Sardegna

Tavolara

Spiaggia di Agrostu

Siamo sulla costa nord orientale della Sardegna, e tra le splendide località dove recarsi per ammirare lo splendido mare e la pittoresca natura di questo angolo di paradiso ci dirigiamo ad Agrostu, nei pressi di Budoni, anticamente un piccolo villaggio di pescatori ed oggi una delle più gettonate mete del turismo sulle coste della Sardegna.

Qui il litorale è costituito di lunghe distese di sabbia bianca e fine che si distendono lungo un mare splendido, dai colori variegati nelle molle gradazioni cromatiche dell’azzurro e del verde, in uno spettacolo da lasciare senza fiato anche i più scettici ed i meno appassionati. Qui dagli anni sessanta si è altamente sviluppato il turismo, e diverse strutture di accoglienza, villaggi turistici e residence, hotel ed appartamenti sono sorti tra le belle boscaglie di macchia mediterranea e pinete, per coloro che desiderano trascorrere le loro vacanze in Sardegna all’insegna del piacere e del divertimento.

Tra le onde in Sardegna

Tra le onde in Sardegna

Agrostu conta circa tre chilometri di spiaggia, che si alterna tra lunghi arenili a piccole calette, le prime per coloro che cercano comfort e comodità grazie ai tanti servizi offerti, dal noleggio di sdraio lettini ed ombrelloni alle decine di attività sportive e ricreative che si possono intraprendere, ed ancora bar e ristoranti dove concedersi una gustosa pausa ristoratrice tra un bagno e l’altro, oppure insenature incontaminate, per coloro che alle folle di bagnanti preferiscono la solitudine e l’immacolato silenzio di una natura che ha saputo qui conservarsi incontaminata. Da Agrostu, una volta raggiunto il porticciolo di Ottiolu si possono fare interessanti e piacevoli escursioni nelle isole che si affacciano davanti alla costa, l’Isola di Tavolara per prima, con il suo interessante parco marino.

Spiagge di Ottiolu

Ottiolu è una delle tante meravigliose località che si possono trovare sulla costa nord orientale della Sardegna, tra i comuni di San Teodoro e Posada, in una splendida località diventata in pochi anni una rinomata meta estiva e balneare, Budoni.

In spiaggia con vista su Tavolara

In spiaggia con vista su Tavolara

Ad Ottiolu approdano centinaia di imbarcazioni da diporto e di yacht nel fornitissimo porticciolo turistico che ha una notevole capacità ricettiva, fino a 400 barche infatti possono attraccare nella moderna strutura portale. In epoca romana il paesino era già usato come scalo e base navale ed all’antico nome in lingua sarda, Portiolu, ha sostituito il recente appellativo di Ottiolu.

Qui il litorale presenta un’infinita varietà di aspetti, si possono infatti trovare lunghi arenili di sabbia bianca e finissima alternati da baie dove la costa si spezza in decine di spiaggette, alcune di ciottoli altre di sabbia, oppure affascinanti tratti di scogliera granitica che, ammorbiditi nelle forme e lisciati dal lento e costante lavorio degli agenti atmosferici si gettano in mare offrendo alla vista il magnifico contrasto delle rocce venate di rosa con lo sfondo del mare turchese e verde.

Gli appassionati della pesca sportiva trovano qui una località ideale per tuffarsi con maschera e pinne alla ricerca di qualche magnifica preda, il mare infatti è pescosissimo, e la sua limpidezza tale da permettere di vedere il fondo anche a parecchi metri di profondità. Interessanti anche le molte escursioni che si possono fare da questa località, a partire da una gita in gommone con cui si raggiunge facilmente il Parco Marino dell’Isola di Tavolara, un paradiso per i naturalisti marini.

Spiaggia La Cinta

Spiaggia La Cinta si raggiunge comodamente da San Teodoro da cui dista poche centinaia di metri, rappresentando di fatto la spiaggia principale del paese, la più famosa ed anche la più frequentata.

Il mare da Tavolara

Il mare da Tavolara

E’ un litorale che si estende per più di cinque chilometri caratterizzato dalla costa bassa che si allunga nel mare con un’ampia distesa di sabbia bianca e finissima davanti al suggestivo panorama di un mare dai colori cangianti che vanno dall’azzurro al verde smeraldo, e nel quale si specchia l’inconfondibile sagoma della Tavolara.

E’ decisamente un posto incantevole, e per questo motivo ogni estate è presa d’assalto da migliaia di visitatori che restano estasiati ad ammirare la bellezza mozzafiato del paesaggio. Pur essendo molto frequentata tuttavia la località balneare riesce a mantenere intatte le sue bellezze, grazie alla sua notevole estensione che fa si che ad ampi tratti affollati se ne alternino altri meno popolati dove si reca chi alle folle di bagnanti preferisce il relax e la solitudine.

Oltre allo splendido mare il panorama viene completato nella sua indimenticabile bellezza dalla dolce distesa di pinete e di macchia mediterranea che fanno da scenario ideale ad uno dei tratti di costa più affascinanti del nord est della Sardegna. Per chi oltre alle nuotate ed alle immersioni desidera anche qualche escursione il consiglio è di avventurarsi lungo i tanti sentieri che si snodano tra le dune alla spalle della spiaggia fino a raggiungere lo stagno di San Teodoro, uno specchio di acqua dolce alle spalle della spiaggia ricco di importanti esemplari di fauna avicola, tra i quali stupendi fenicotteri.

Spiagge di Cala Paradiso

Non è certo un caso che il bel litorale che si estende sulla costa nord orientale della Sardegna, a pochi chilometri da Olbia, dalla Costa Smeralda e dalla bella cittadina di San Teodoro sia stato chiamato Cala Paradiso. Qui in effetti il paesaggio è di una tale magnificenza e bellezza che sono in moltissimi i visitatori che una volta conosciuto questo tratto di costa vi ritornano tutti gli anni, mai sazi di tale suggestivo splendore.

La sagoma inconfondibile di Tavolara

La sagoma inconfondibile di Tavolara

Davanti al villaggio, che offre interessanti e piacevoli opportunità di soggiorno per chi è in vacanza in Sardegna, svetta imponente il massiccio calcareo dell’Isola di Tavolara, con la sua caratteristica forma squadrata e regolare, un luogo selvaggio da esplorare assolutamente con una dei tanti programmi di escursioni che ogni giorno durante l’alta stagione partono dai porti e porticcioli disseminati lungo la costa.

Bella la spiaggia proprio a ridosso del villaggio, con il caratteristico e consueto stupendo litorale, distese di sabbia bianca e scogliere rosse e rosate dolcemente levigate dalla millenaria opera di erosione dei venti e del mare.

A poca distanza altri litorali stupendi, la spiaggia di Cala Brandinchi e la spiaggia di La Cinta, quella frequentata maggiormente dagli abitanti di San Teodoro.

E’ una località molto frequentata durante il periodo estivo ed è per questo motivo che qui si potranno trovare tutti i servizi necessari per tracorrere le giornate in spiaggia nel più completo comfort e divertimento, dal noleggio di sdraio lettini ed ombrelloni, alle attrezzature per gli sport acquatici, dal windsurf agli acqua scooter.

Spiaggia di Baia Sant’Anna

Baia Sant’Anna si trova nel comune di Budoni, in località Tanaunella.

E’ questa una delle molte località che hanno permesso a Budoni, in origine piccolo ed isolato villaggio di pescatori di diventare in pochi anni una delle più rinomate ed affollate località turistiche e balneari della Sardegna nord orientale. Se lungo la costa si possono trovare lunghe distese di sabbia bianca e fine la prerogativa delle spiagge di Baia Sant’Anna è quella di essere caratterizzate da un insieme di insenature e calette dove predominano spiagge di ciottoli, rotondi e bianchi.

Spiagge di sabbia fine e bianchissima

Spiagge di sabbia fine e bianchissima

Un luogo ideale per tutta una serie di tipologie di appassionati del mare, coloro che sono alla ricerca di angoli tranquilli e rifuggono i litorali più frequentati ed affollati, coloro che sono appassionati di pesca, sia dalle rocce che subacquea e che qui trovano abbondanza di prede, e i tanti appassionati di fondali marini che qui trovano di che soddisfare la loro voglia di splendidi fondali ricchi di ogni tipo di creatura marina, dai polipi alle aragoste, dalle cernie a preziose e rare specie di pesci, alghe e crostacei.

Davanti alla Baia Sant’Anna si staglia la sagoma dell’isolotto Pedrami, sul quale nidificano e trovano rifugio diverse specie di uccelli migratori.

Per chi, dopo alcune giornate trascorse nel silenzio e nel relax volesse fare una puntatina in qualche angolo più mondano, poco distante si trovano le belle spiagge di Agrostu, ed il porticciolo di Ottiolu, da cui peraltro è possibile anche programmare qualche interessante escursione, per esempio all’affascinante Parco Marino dell’Isola Tavolara.

Spiaggia Bianca

Già il nome è estremamente esplicativo, spiaggia Bianca, ed effettivamente chi giunge su questo bel litorale che si trova sulla strada panoramica che congiunge Olbia al Golfo degli Aranci non può fare a meno di restare abbagliato dallo splendore di questa lunga striscia di sabbia immacolata finissima ed abbacinante nel suo biancore. Il fondale è basso, e quindi la spiaggia è ideale per i bagnanti più piccoli ed i nuotatori meno esperti. Le acque hanno belle sfumature cromatiche azzurro turchese e la loro limpidezza è tale che anche ben lontano dalla costa è possibile ammirare i ricchi e pittoreschi fondali marini.

Il Golfo degli Aranci

Il Golfo degli Aranci

Incantevoli i gruppi di rocce si affacciano alle spalle della spiaggia, riccamente adornati dalla florida vegetazione della macchia mediterranea, la cui fragranza profumata allieta i sensi dei bagnanti stesi a godersi il sole caldo dell’estate sarda.

Dalla costa si può ammirare il suggestivo profilo dell’isola Tavolara, un massiccio di granito dalla forma quasi regolarmente rettangolare che affiora con alte scogliere sul mare.

Molte “Spiagge Bianche” si trovano anche nel Salento, vedi Spiagge bianche del Salento

La località è altamente apprezzata dai bagnanti, e durante l’estate vi si affollano in molti, grazie anche alla presenza di stabilimenti balneari e servizi che offrono tutte le comodità, dal noleggio di sdraio lettini ed ombrelloni, alle attrezzature per divertirsi e praticare attività fisiche e sportive tra le onde, saldamente piazzati su una tavola da windsurf o a cavallo di una potente moto d’acqua. Interessanti anche i fondali marini, ricchi di mote specie di pesci, crostacei e molluschi che in queste stupende acque incontaminate hanno trovato il loro habitat ideale.

Spiaggia de l’Isuledda

La spiaggia de l’Isuledda rappresenta una delle località più interessanti che si possono trovare sulla costa nord est della Sardegna, a poca distanza da Cannagione, Tanca Manna e La Conia, nella provincia di Olbia Tempio.

Isuledda

Isuledda

Il litorale qui si apre a partire da una piccola penisola che si protende nel mare Tirreno, esposta verso sud est si trova la lunghissima spiaggia bianca, larga e circondata da un panorama altamente suggestivo degli arbusti e della vegetazione tipica della macchia mediterranea che si spinge fino alle ultime dune alle spalle del lungomare. Questo tratto di mare, che assume fantastiche colorazioni azzurre e verde smeraldo è una delle località più frequentate da chi si ferma a soggiornare nella zona di San Teodoro, da cui la spiaggia dista appena qualche chilometro.

Dotata di tutti i servizi necessari a trascorrere piacevoli giornate all’insegna del comfort e del relax è anche una meta ideale per le famiglie con i bambini per via della tranquillità del mare protetto dalle onda da una serie do basse scogliere e dei fondali poco profondi appena a ridosso della costa.

Alle spalle della spiaggia uno stagno che conserva le acque fino all’inizio dell’estate e sul mare uno splendido panorama dominata dal panorama della Tavolara. Nei dintorni si possono trovare altre località altrettanto affascinanti dove recarsi in escursione, altre spiagge di indubitabile fascino, circondate da belle scogliere di granito che, grazie all’erosione dei venti e delle onde hanno assunto nel corso dei millenni forme fantastiche, come la celebre “Tartaruga” che si può ammirare a Cala Ghjlgolu.