Le meravigliose spiagge della Sardegna
Booking.com

scogliere

Capo Caccia

Capo Caccia si apre sulla grande Baia delle Ninfe che si apre davanti ad Alghero, nella costa nord occidentale della Sardegna.

E’ un panorama fantastico che lascerà di sicuro esterrefatti i visitatori.

Il mare della Sardegna

Il mare della Sardegna

Il litorale è caratterizzato da questo grande triangolo roccioso con alte falesie che si gettano nel mare da incredibili altezze che, nel punto più alto, Punta Cristallo, sfiorano i 300 metri.

E’ uno dei luoghi più selvaggi ed incontaminati che si possono trovare in Sardegna, e, proprio grazie alle impervie scogliere, qui si è sviluppata una fauna ed una flora assolutamente rare e preziose.

Ma la bellezza del grande promontorio nasconde altri segreti, uno dei quali è decisamente imperdibile, la Grotta di Nettuno, sia che la si raggiunga dal mare in barca, oppure da terra attraverso una lunghissima scalinata, la Escala Cabirol, una volta giunti all’interno di questa fantastica grotta lo sguardo rimane rapito da come la natura ha creato spontaneamente, nelle viscere della terra, un’opera d’arte naturale di tale incanto. Una pioggia di stalattiti pende dal soffitto, e si sporge su due piccole spiaggette sabbiose che si affacciano su un laghetto, La Marmora.

Altri panorami suggestivi che si godono sempre da Capo Caccia comprendono Cala dell’Inferno e Cala Tramariglio, mentre all’orizzonte, verso nord ovest si scorge la sagoma dell’Isola Piana, mentre verso est si può ammirare la grande Baia delle Ninfe, all’interno della quale si trova una delle spiagge più amate dagli abitanti di Alghero, la spiaggia di Porto Conte, circondata da una verdeggiante pineta in mirabile contrasto pittorico con i riflessi rossastri delle pietre che la circondano.

di

Spiagge della Penisola del Sinis

Le Spiagge della Penisola del Sinis sono forse quelle più interessanti dell’intero sistema di coste della Sardegna. Oltre al bellissimo lungomare, che si estende da Santa Caterina fino a Tharros, possiamo infatti trovare interessanti terreni lacustri e ricchi di stagni e bacini d’acqua dove si radunano splendidi esemplari di uccelli migratori. E’ questo uno dei complessi lagunari più importanti per estensione dell’intero territorio italiano. Tra le spiagge più interessanti sicuramente quelle che si possono trovare noleggiando un imbarcazione o facendosi trasportare fino all’Isola di Mal di Ventre, che ha diverse calette sulla costa orientale, sabbia finissima ed acque limpide e trasparenti.

Affascinanti anche le lunghe distese di quarzo bianco, polverizzato dall’erosione delle onde e del vento che caratterizza i bei litorali di Is Arutas, Mari Ermi e Maimoni, e le altrettanto deliziose spiagge di sabbia dorata di San Giovanni di Sinis e la Caletta.

Azzurro mare di Sardegna

Azzurro mare di Sardegna

Tra le spiagge si ergono improvvisamente e maestosamente dei maestosi gruppi di rocce e scogliere di granito, che assume qui grazie all’erosione interessanti conformazioni e colori cangianti. Particolarmente suggestivi quelli che vanno da San Giovanni a Seo ed a Maimoni. Da non perdere il suggestivo anfratto naturale dalle pareti rocciose scoscese e lisce ed al pavimento levigato chiamato perciò “Sala da Ballo”. Altrettanto affascinante e singolare la località chiamata Mar Morto, uno specchio d’acqua assolutamente calmo che offre panorami da sogno soprattutto all’imbrunire, quando le acque rispecchiano il sole incandescente del tramonto tra lame di luce multicolori.

Spiagge di Valledoria

Situata nel Golfo dell’Asinara, a metà strada fra Santa Teresa di Gallura e Porto Torres, Valledoria si è nella posizione ideale sia per coloro che vogliono trascorrere una vacanza all’insegna dei piaceri della spiaggia e per chi vuole concedersi interessanti escursioni nell’entroterra sassarese e nuorese.

lingue di sabbia a Valledoria

lingue di sabbia a Valledoria

Il litorale comprende circa una ventina di chilometri di spiagge, la cui bellezza non ha niente da invidiare alle famose spiagge delle isole caraibiche. La costa è compresa in un lungo tratto che inizia con le scogliere di Castelsardo e finisce all’altezza di Isola Rossa. Inframmezzate da imponenti gruppi di rocce granitiche dai colori cangianti, le spiagge di Valledoria sono ampiamente conosciute dai turisti di tutto il mondo, e quindi particolarmente affollate, ma si possono trovare anche alcuni tratti che presentano ancora oggi un paesaggio assolutamente immacolato e selvaggio, l’ideale per chi è alla ricerca di tranquillità e relax.

Interessante anche la foce del fiume Coghinas, che in vista del mare si apre in un bacino ricco di attrattive naturali.

Tra le località interessanti che si possono raggiungere in escursione da Valledoria troviamo la deliziosa Stintino con il suo bellissimo lungomare fatto di incantevoli insenature, la Costa Smeralda, la Costa Paradiso e Castelsardo, tutte assolutamente imperdibili per bellezza e fascino.

Nell’entroterra si possono ammirare diverse testimonianze delle antiche popolazioni che abitavano l’isola in epoche remote, le necropoli di Anghelu Ruiu, ed i nuraghi sparsi su tutto il territorio dell’entroterra, tra boschi e distese di macchia mediterranea.

Spiaggia La Marinedda

Spiaggia La Marinedda è un’incredibile susseguirsi di splendide calette che si aprono improvvisamente ricche di fascino tra le imponenti e pittoresche scogliere di granito appena fuori dal grazioso paese di Trinità d’Agultu e Vignola, sulla costa nord della Sardegna, nelle vicinanze di uno dei tratti più belli del litorale della provincia di Olbia-Tempio nella sub regione della Gallura.

Acque limpide e cristalline

Acque limpide e cristalline

Località come Isola Rossa, piccolo agglomerato urbano di pescatori, dominato da un’austera ed imponente torre aragonese, che si specchia davanti ad un isolotto di granito rosso, oppure Costa Paradiso sono da ormai molti anni mete affollatissime di turisti provenienti da ogni dove, che adorano i forti contrasti e la selvaggia bellezza del mare che qui assume intense colorazioni smeraldo su cui si riflettono gli scogli di granito dall’intensa colorazione rossa e scolpiti in mille forme dalla millenaria opera di erosione dei venti e delle onde.

La Marinedda è la meta ideale per chi è alla ricerca di pace e relax, perchè tutti possono trovare, inoltrandosi lungo la costa un tratto di spiaggia, una piccola insenatura, una caletta dove trascorre re la giornata all’insegna del piacere, una bella nuotata, un bagno di sole, un’immersione con la maschera per ammirare i bei fondali incontaminati. In tutta l’area non mancano ottime offerte per quanto riguarda il soggiorno, sia hotel che villaggi turistici, e si possono trovare agevolmente tutte le attrezzature necessarie per trascorrere la giornata divertendosi, pedalò, windsurf, barche a vela e mountain bike.

Spiaggia della Tonnara

La spiaggia della Tonnara è una delle belle località balneari della costa occidentale della Sardegna, che qui si presenta particolarmente incantevole coi i suoi fondali poco profondi e l’acqua limpida e cristallina. Alle spalle della distesa di sabbia la costa risulta pianeggiante e si estende tra i cespugli e gli arbusti tipici della macchia mediterranea i cui fragranti profumi vengono portati fin sulla spiaggia dalla brezza.

La stupenda costa della Sardegna

La stupenda costa della Sardegna

Ci troviamo in uno dei tratti di mare più interessanti e piacevoli della costa nord della Sardegna, quel tratto litoraneo che si estende nel Golfo dell’Asinara, un’isola che solo da poco tempo è stata restituita al turismo dopo essere stata per lungo tempo una colonia penale. L’area oggi è protetta all’interno del Parco Nazionale dell’Asinara, che ne preserva l’incantevole paesaggio ed i fondali dove trovano rifugio e prolificano diverse specie di fauna marina. Da questo punto della costa è possibile raggiungere alcune delle più belle spiagge che si sviluppano a partire da Porto Torres, Platamona, Marritza ed Eden Beach, ed una delle più rinomate, la spiaggia La Pelosa, dominata dalla imponente torre cinquecentesca.

L’antico stabilimento per la lavorazione del tonno che sorge alle spalle della spiaggia rende la località inconfondibile ed incantevole. Si tratta di uno stabilimento dalle origini molto antiche, risalenti all’antica attività economica locale, appunto la pesca del tonno, definitivamente abbandonata negli anni ’70. Oggi nel villaggio sorto in passato accanto allo stabilimento vero e proprio è stato ricavato un villaggio turistico.

Spiaggia di Porto Pozzo

La spiaggia di Porto Pozzo si trova a circa 13 km. dal bivio Palau-Santa Teresa Gallura. È una spiaggia ideale per le famiglie con bambini grazie al fatto che il fondale è basso e discende dolcemente in mare, permettendo ai piccoli ospiti di nuotare e divertirsi senza far preoccupare i genitori.

Incredibili sfumature cromatiche

Incredibili sfumature cromatiche

La Baia di Ulisse, così viene chiamata la località, è strategica per chi vuole avere a disposizione intorno a se alcune delle più interessanti attrattive di questo lembo di territorio sardo. Innanzitutto, grazie ai venti che soffiano costanti la località è molto apprezzata dagli appassionati degli sport acquatici a vela, dal windsurf alle imbarcazioni da diporto. Per chi ama le immersioni i fondali, in parte sabbiosi in parte costituiti da levigati scogli di granito, sono un paradiso di fauna marina e mare incontaminato.

Interessanti inoltre le molteplici escursioni che da qui si possono fare verso altre località della zona. Per esempio le piccole cale e calette che si raggiungono da qui a piedi lungo la costa, e che offrono al visitatore paesaggi incontaminati, piacevolmente circondati da pinete e macchia mediterranea.

Si può raggiungere anche, noleggiando un gommone, lo splendido arcipelago della Maddalena, e, sempre in gommone o in motobarca, l’isola di Coluccia. Nella baia sono presenti diversi attracchi dove diversi operatori turistici vi offrono interessanti programmi di escursione da compiere in giornata.

Sulla spiaggia si trovano diverse infrastrutture turistiche, il noleggio di sdraio ed ombrelloni, il noleggio di canoe e pattini, bar ristoranti e, poco lontano un campeggio.

Spiaggia di Santa Reparata

Per raggiungere la Baia di Santa Reparata bisogna dirigersi verso la bella cittadina di Santa Teresa di Gallura, all’estremo nord della costa sarda. Appena passato il paese e dirigendosi nella direzione di Capo Testa, dopo circa due chilometri ci si trova in un piazzale da cui parte una ripida discesa che ci conduce alla spiaggia, dopo aver lasciato l’auto nell’ampio parcheggio alle spalle della baia.

Tramonto in Sardegna

Tramonto in Sardegna

Qui ci si trova davanti il consueto magnifico spettacolo che offre ai visitatori il territorio magico, selvaggio ed incontaminato della Sardegna. Enormi massi di granito torreggiano lungo il litorale affascinando ci li guarda con le loro forme fantastiche, dovute ai millenni di erosione dell’acqua e del vento, placche cangianti di colori, anfratti, buchi e caverne che talvolta assumono sembianze di animali, come il celebre Scoglio dell’Elefante. I fondali della Baia di Santa Reparata fanno la gioia degli appassionati delle immersioni, Sotto il livello del mare infatti tra le rocce granitiche trovano rifugio migliaia di affascinanti creature marine, che affollano le limpide acque azzurre.

La spiaggia digrada dolcemente nel mare e ciò fa si che questa spiaggia sia l’ideale per le famiglie con bambini, che possono divertirsi e nuotare in tutta sicurezza.

Tra le comodità la possibilità di noleggiare imbarcazioni, canoe e pattini, fare un po’ di windsurf e magari frequentare anche un corso, ombrelloni e sdraio, bar e ristoranti. Per chi volesse poi fermarsi qualche giorno sono presenti diverse strutture ricettive, tra cui un hotel ed un campeggio attrezzato.

Spiaggia di Rena Majore

La stupenda spiaggia di Rena Majore si trova a metà strada tra Vignola e Santa Teresa di Gallura, all’interno dell’insenatura di Cala Vall’Alta, nella costa nord occidentale della Sardegna.


Visualizzazione ingrandita della mappa

splendide coste della Sardegna

splendide coste della Sardegna

Un tratto di mare di incredibile bellezza e fascino che si estende per circa un chilometro, terminando nei pressi della foce di un piccolo torrente, Rio Cantaru. La spiaggia è fine e bianchissima, molto ampia e circondata da un ampio tratto di maestose dune di sabbia tra le quali si vanno a posare gli ultimi arbusti della macchia mediterranea alle cui spalle si estende un’ombrosa pineta.

E’ una meta ideale per le famiglie con bambini, che qui possono divertirsi e nuotare in tutta sicurezza sull’ampio bagnasciuga che digrada dolcemente nel mare. Per gli appassionati di immersioni questo tratto di mare, all’altezza dei gruppi di scogli che chiudono ai due lati la baia, rappresenta una vera e propria festa per i fondali ricchissimi di una moltitudine di specie marine.

Chi decidesse di soggiornare in una delle tante strutture turistiche della zona potrà anche concedersi qualche giornata da passare in escursione nelle altre incantevoli località della zona, dalla stupenda spiagge intorno a Castelsardo, come Lu Bagnu o Cala Li Cossi, contornata da uno stupendo anfiteatro roccioso. Altrettanto interessanti sono le spiagge di San Pietro a Mare e di Isola Rossa e le bellissime calette di Sa Marinedda. Essendo una località molto apprezzata durante la stagione estiva le spiagge possono essere molto affollate, ma tutti potranno trovare un tratto tranquillo se si spostano appena un po’ dai centri più conosciuti e frequentati.

Spiaggia di Isola Rossa

Una fascia costiera di grande bellezza, ricca di interessanti strutture turistiche e residenziali è quello che offre la località di Isola Rossa, una delle più rinomate per chi si reca in vacanza in Sardegna.

Che incanto le spiagge!

Che incanto le spiagge!

Qui la scelta è infinita tra gli innumerevoli paesaggi che si possono trovare. C’è infatti chi preferisce le lunghe lingue di sabbia candida e dalle mille colorazioni, bianchissima o dorata, scura per la presenza di ferro oppure leggermente rosata per la presenza dei graniti e chi si diletta a tuffarsi dall’alto delle lisce scogliere levigate dall’erosione, e si immerge con la maschera e le pinne per esplorare i magnifici fondali ricchi di creature marine di ogni specie.

Nel comune di Trinità d’Agultu, di cui Isola Rossa è una delle spiagge più rinomate si possono trovare altri tratti costieri veramente interessanti come spiaggia Longa, che si trova proprio all’ingresso del paese, racchiusa da due gruppi di scogli particolarmente suggestivi, Li Bicchi Rossi e la scogliera del belvedere.

E’ una striscia di sabbia che può essere in estate particolarmente affollata proprio perchè si trova a pochi passi dalla cittadina, chi è in cerca di ulteriore quiete e relax si può spingere fino alla poco distate spiaggia La Marinedda, dove il mare di un inconfondibile color smeraldo affascina per il contrasto con le rocce granitiche di una intenza colorazione rossa. Da non mancare, dopo un’intensa giornata trascorsa sulla spiaggia una visita la paese, che possiede interessanti monumenti tra i quali una chiesa del diciottesimo secolo.

Spiagge di Badesi e Li Giunchi

Un tempo il piccolo borgo di Badesi, nato probabilmente dall’insediamento di alcune famiglie di pastori era una delle località più genuine ed incontaminate della Sardegna. L’area si trova nel golfo dell’Asinara ed ha come confini ad est il paese di Trinità d’Agultu ed a sud ovest la cittadina di Valledoria.

Un mare di un colore incantevole

Un mare di un colore incantevole

Con il crescere dell’industria turistica gli occhi di molti si sono rivolti a questo splendido lembo di costa della Sardegna occidentale che presenta i tratti tipici e fantastici che caratterizzano la sub regione sarda della Gallura, immensi gruppi roccioso di granito dalle incredibili colorazioni che anno dal rosa candido al rosso acceso, e litorali di sabbia bianca o dorata che si prolungano per chilometri, dolcemente bagnati dalle acque del Mare Tirreno e amorevolmente accarezzate dalle brezza marine e dall’impetuoso maestrale.

Oggi trovare una sistemazione in questo vero e proprio paradiso non rappresenta un problema perchè a ridosso del piccolo agglomerato urbano sono sorte diverse strutture per la ricezione di turisti e viaggiatori. La spiaggia di Badesi, 8 chilometri di estensione, è un incanto paragonabile solo a certi litorali caraibici e dei mari del sud, con la lingua di spiaggia circondata da dune di sabbia e dalle propaggini della macchia mediterranea.

Anche la bella spiaggia di Li Junchi non è da meno, e rispetto alla prima è anche maggiormente dotata di tutti quei servizi necessari a chi cerca anche sulla spiaggia comfort e comodità, bar e ristoranti e noleggio di sdraio, ombrelloni e attrezzature da spiaggia costellano infatti l’interno della costa.