Le meravigliose spiagge della Sardegna

sant’antioco

Spiaggia Maladroscia

Maladroscia, o Maladroxia, è un’incantevole località balneare che si trova sull’isola di Sant’Antioco, nel sud est della Sardegna, a poca distanza, circa una decina di chilometri, dalla cittadina che da il nome all’isola. E’ una località molto interessante per diverse ragioni, sia per lo splendido litorale costiero, ricco di insenature e candide spiagge, sia per il paesaggio naturale, decisamente mozzafiato per la sua selvaggia ed incontaminata bellezza.

Panorama del Sinis

Panorama del Sinis

Il piccolo villaggio, che soprattutto nella stagione estiva si affolla di visitatori e turisti, offre incantevoli spiagge, che qui assumono affascinanti colorazioni che vanno dal puro bianco all’avorio al grigio chiaro, e fanno capolino tra interessanti promontori, gruppi di rocce e punte ricche di vegetazione. E’ una località particolarmente amata anche dai subacquei che possono deliziarsi dei bei panorami sottomarini, ricchi di centinaia di vivaci creature.

Anche i surfisti trovano qui un vero e proprio paradiso perchè molto spesso la spiaggia è battuta dai venti, anche se per i bagnanti ciò non significa fastidio perchè il tratto della spiaggia e riparato dai promontori che costeggiano la belle insenatura sinuosa.

Le acque sono limpide e chiarissime, ed i fondali sono molto bassi, l’ideale anche per lasciare giocare i bambini sul bagnasciuga in tutta sicurezza.

L’area è anche riccamente attrezzata, ed i bagnanti in cerca di comodità vi potranno trovare tutto l’occorrente, sdraio ed ombrelloni a noleggio, bar e ristoranti dove concedersi una pausa con i piatti succulenti della cucina locale, ed anche il noleggio di attrezzature sportive.

Spiaggia di Sant’Antioco

Sant’Antioco sorge su un’isola separata dalla Sardegna da uno stretto canale e collegata da un ponte alla terraferma. E’ un pittoresco villaggio tutto compreso nello stretto tratto di mare che lo separa dalla Sardegna, sul quale hanno trovato posto anche le strutture portuali ed i tanti moli dove sono ormeggiate le barche dei pescatori.

Tramonto a Calasetta

Tramonto a Calasetta

Intorno all’isola la costa è rocciosa, dalla tipica conformazione levigata e liscia del granito quando è sottoposto all’intenso lavorio di erosione degli agenti atmosferici.

Alcune insenature rocciose sono assolutamente da non perdere, il mare assume fantastiche tonalità che si sposano come in un quadro al colore acceso, rosso o rosato delle rocce ed al verde intenso della macchia mediterranea. Ma non mancano anche tratti di spiaggia, che si possono trovare allontanandosi dal paese.

Tra queste una serie di spiagge particolarmente belle si trovano dirigendosi verso sud, in direzione di Maladroxia, a circa dieci chilometri da Sant’Antioco. Qui troviamo Cala Sperone, dominata dalla torre cinquecentesca che svetta a poca distanza dalla spiaggia, Coaquaddus, Cala di Torre Canai e Maladroxia, forse le più amate e frequentate dai bagnanti e dai turisti. Sul versante opposto, a sud est, troviamo altre spiagge interessanti di Porto della Signora e Cala Sapone, ed un’incantevole piccola insenatura tra le alte scogliere, Cala Lunga. Da non perdersi il magnifico scorcio della Grotta delle Sirene, sempre sullo stesso tratto di costa. Nel nord dell’isola, a Calasetta, altre due incantevoli e grandi spiagge di sabbia bianchissima, Spiaggia Grande e Salina.

Spiaggia Tonnara

La spiaggia Tonnara si trova nel nord ovest dell’isola di Sant’Antioco, una delle isole facenti parte dell’arcipelago del Sulcis. L’isola di San’Antioco è particolarmente interessante e bella da visitare perchè possiede una notevole serie di attrattive sia dal punto di vista degli amanti del mare che di coloro che sono affascinati dai paesaggi naturali incontaminati e selvaggi.

Panorama da Tonnara

Panorama da Tonnara

A poca distanza da Calasetta, un piccolo comune a nord di Sant’Antioco prendendo in direzione sud verso Punta Maggiore troviamo dunque questa piccola ma stupenda spiaggia, caratterizzata dalla presenza della tonnara, uno stabilimento che un tempo era adibito alla lavorazione del tonno, una delle risorse dell’isola fino a qualche decennio fa.

Davanti allo stabilimento si apre un lungomare di notevole bellezza, caratterizzato da una serie di spiagge, che qui assumono colorazioni magnifiche ed altamente pittoresche, il bianco opalino della sabbia, il turchese ed il verde smeraldo del mare, il rosso rosato e grigio delle rocce granitiche ed il verde scuro, intenso, della macchia mediterranea.

I fondali, subito davanti alla striscia di sabbia si fanno ben presto rocciosi, e ciò garantisce emozioni indimenticabili per tutti quelli che si tuffano con maschera e pinne, e per i pescatori subacquei che qui possono conquistare magnifiche prede.

Per coloro che desiderano pernottare in questa località ci sono diverse opportunità, tra le quali hotel , villaggi turistici in prossimità di Punta Maggiore anche un campeggio piacevolmente attestato su un terreno a terrazze con vista sul mare. Nei dintorni un’altra bella spiaggia da non perdere è Cala Sapone.

Calasetta

Calasetta è un grazioso piccolo villaggio che si trova nell’estrema punta a nord dell’isola di Sant’Antioco, facente parte dell’arcipelago del Sulcis, insieme con San Pietro, l’Isola Piana ed una serie di piccoli isolotti disabitati, molto interessanti dal punto di vista naturalistico e paesaggistico.

Le scogiere dell'isola di San Pietro, vicino a Calasetta

Le scogiere dell’isola di San Pietro, vicino a Calasetta

La posizione della cittadina, e della sua linea costiera la rendono particolarmente apprezzabile perchè, per il suo orientamento e la conformazione dei territori leggermente collinari alle spalle permettono alla località di restare al riparo dalle grandi dei venti, sia di quelli provenienti da sud, lo scirocco ed il libeccio, sia dal freddo vento del nord, il maestrale, la cui presenza tuttavia rende assai piacevoli anche le più torride giornate estive, rinfrescando l’aria con la sua brezza leggera.

A Calasetta c’è anche un porticciolo turistico, pieno di imbarcazioni molto pittoresche con ancora l’antica struttura a vele latine, anche se, essendo i fondali bassi, non possono attraccare che imbarcazioni di piccole e medie dimensioni.

Tra le spiagge che troviamo intorno a Calasetta, alcune raggiungibili anche a piedi la magnifica spiaggia Saline, di sabbia bianca, con alle spalle una folta vegetazione tipica della macchia mediterranea in cui prevale il profumato ginepro e la Spiaggia Grande incantevole ed incontaminata, che termina verso un altro incantevole tratto di spiaggia, la Tonnara.

Ancora più a sud il pittoresco scorcio di Mangiabarche, un isolotto con il faro distante una ventina di metri dalla costa, ed un litorale da lasciare senza fiato a Nido dei Passeri, con le alte scogliere di granito che si gettano a capofitto nel mare: uno spettacolo unico ed emozionante.

Carloforte

Carloforte è l’unico centro abitato della piccola Isola di San Pietro, che si affaccia sulla costa sud occidentale della Sardegna a poca distanza dalla grande isola di Sant’Antioco insieme alla quale fa parte dell’arcipelago del Sulcis.

Scogliere e mare blu, ecco la Sardegna

Scogliere e mare blu, ecco la Sardegna

L’isola si presenta ai visitatori, che vi arrivano in traghetto da Calasetta, su Sant’Antioco, o da Portoscuso sulla terraferma in un viaggio di poco più di 40 minuti, dall’alto delle sue scogliere che si gettano a picco nel mare, e con l’entroterra ricco di vegetazione.

Qui il mare è magnifico, ancora si sente l’eco dell’antica pratica della pesca al tonno che un tempo rappresentava una delle risorse economiche della zona, e che ancora oggi, seppur sempre più raramente si pratica attraverso la suggestiva e terribile mattanza.

I fondali intorno all’isola sono stupendi per chi è appassionato di immersioni, sia per pescare che semplicemente per ammirare le tante creature che popolano il fondo marino e le scogliere sommerse.

Tra le spiagge si segnala La Caletta, una lunga spiaggia di sabbia bianca che si allarga lungo la costa occidentale, particolarmente affascinante al tramonto per le mirabili colorazioni che tingono di mille sfumature di rosso ed arancione il cielo ed il mare.

Sull’isola ci sono anche, per gli appassionati della natura, due importanti siti naturalistici, le Saline, una zona paludosa a pochi chilometri dal paese dove si possono ammirare i fenicotteri, e l’oasi LIPU, dove si possono ammirare diverse specie di uccelli rari altrove che hanno trovato rifugio sulle aplte pareti frastagliate delle falesie a picco sul mare.

Porto Botte

Porto Botte è una deliziosa località che si trova nel sud della costa sarda, amministrativamente nel comune di Giba, tra Sant’Antioco e Carbonia.

Colline di Carbonia

Colline di Carbonia

E’ una località fantastica per la presenza di una distesa di sabbia chiarissima, fine e quasi impalpabile, e ciottoli altrettanto chiari, che si estendono per qualche chilometro.

E’ una località particolarmente apprezzata dagli appassionati degli sport acquatici come il windsurf ed il kitesurfing, grazie alla costante frequenza dei venti che spirano da nord nord-ovest, e che quindi creano una condizione particolare di mare poco ondoso e piatto, l’ideale dunque anche per chi è alle prime armi con queste discipline sportive.

I fondali digradano dolcemente nell’acqua, e quindi la località può essere anche una meta interessante per le famiglie con bambini piccoli e per coloro che non amano i fondali profondi ed insidiosi.

Alle spalle della linea costiere si trova un’ampia area lagnare, formata da una serie di grandi stagni dove gli appassionati di paesaggi naturalistici possono ammirare interessanti esemplari di flora e fauna tipici, tra i quali i magnifici fenicotteri rosa.

Verso sud la costa si fa rocciosa, ed all’altezza di Punta Menga, una località tutelata per la sue preziosa specificità ambientale, troviamo altre calette interessanti ed assolutamente imperdibili, come Cala Baracca, chiamata anche Portu de su Trigu, Portu Pineddu e Cala Su Tarcu. Qui non ci sono ampie spiagge, ma deliziosi anfratti sabbiosi che fanno capolino tra splendide formazioni rocciose levigate dal mare e dal vento.