Le meravigliose spiagge della Sardegna

Penisola del Sinis

Isola di Mal di Ventre

Sulla coste centro occidentale della Sardegna. A poca distanza dalla penisola del Sinis si trova l’Isola di Mal di Ventre, chiamata anche isola di Malu Entu. E’ molto distante dalla costa, ed è praticamente disabitata, sebbene sia facile, soprattutto durante il periodo estivo che sia frequentata da turisti e bagnanti che la raggiungono con le imbarcazioni da diporto.

Colori magnifici del Mare di Sardegna

Colori magnifici del Mare di Sardegna

E’ un isolotto di modeste dimensioni, tuttavia la presenza di una sorgente di acqua ha fatto si che vi crescesse rigogliosa la vegetazione tipica della macchia mediterranea, che riesce con tenacia a resistere anche alla più forti folate del vento di maestrale che qui soffiano impetuose. Anche in passato l’isola era visitata, soprattutto dai pastori che in una sorta di transumanza via mare vi portavano a pascolare pecore e capre.

Oggi l’isola fa parte di una riserva naturale protetta, l’Area naturale marina protetta Penisola del Sinis – Isola Mal di Ventre realizzata per proteggere questo angolo di paradiso naturalistico dall’invadenza dei turisti e dall’intenso sfruttamento della pesca che in passato hanno rischiato di compromettere l’ecosistema caratteristico che permetteva a diverse importanti specie animali, come le tartarughe, i delfini e le foche monache di trovare riparo qui.

Tra le bellezze che attirano qui tanti turisti il candore delle spiagge, impreziosito dalle rocce granitiche che sembrano scolpite dalla mano di qualche bizzarro artista, calette ed insenature dalla sabbia bianchissima e fine che si affacciano su un mare di una limpidezza unica. Anche i fondali sono un sogno, per gli appassionati di immersioni.

Spiagge della Penisola del Sinis

Le Spiagge della Penisola del Sinis sono forse quelle più interessanti dell’intero sistema di coste della Sardegna. Oltre al bellissimo lungomare, che si estende da Santa Caterina fino a Tharros, possiamo infatti trovare interessanti terreni lacustri e ricchi di stagni e bacini d’acqua dove si radunano splendidi esemplari di uccelli migratori. E’ questo uno dei complessi lagunari più importanti per estensione dell’intero territorio italiano. Tra le spiagge più interessanti sicuramente quelle che si possono trovare noleggiando un imbarcazione o facendosi trasportare fino all’Isola di Mal di Ventre, che ha diverse calette sulla costa orientale, sabbia finissima ed acque limpide e trasparenti.

Affascinanti anche le lunghe distese di quarzo bianco, polverizzato dall’erosione delle onde e del vento che caratterizza i bei litorali di Is Arutas, Mari Ermi e Maimoni, e le altrettanto deliziose spiagge di sabbia dorata di San Giovanni di Sinis e la Caletta.

Azzurro mare di Sardegna

Azzurro mare di Sardegna

Tra le spiagge si ergono improvvisamente e maestosamente dei maestosi gruppi di rocce e scogliere di granito, che assume qui grazie all’erosione interessanti conformazioni e colori cangianti. Particolarmente suggestivi quelli che vanno da San Giovanni a Seo ed a Maimoni. Da non perdere il suggestivo anfratto naturale dalle pareti rocciose scoscese e lisce ed al pavimento levigato chiamato perciò “Sala da Ballo”. Altrettanto affascinante e singolare la località chiamata Mar Morto, uno specchio d’acqua assolutamente calmo che offre panorami da sogno soprattutto all’imbrunire, quando le acque rispecchiano il sole incandescente del tramonto tra lame di luce multicolori.