Le meravigliose spiagge della Sardegna

Nora

Oristano

Oristano nasce intorno all’anno mille su precedenti insediamenti che hanno origini nella fortissima presenza fenicia e cartaginese sulle coste sarde, testimoniata ancora oggi dai tanti siti archeologici disseminati lungo tutti i litorali dell’isola, Nora, Tharros, Bithia.

Spiaggia di Torregrande a Oristano

Spiaggia di Torregrande a Oristano

E’ situata nell’area ad ovest della Sardegna, un territorio sin dall’antichità conosciuto e sfruttato per i tanti giacimenti minerari che possiede, dal ferro all’oro, dal piombo allo zinco.

La bellezza cittadina è caratterizzata da un ricco numero di monumenti da visitare, come la Cattedrale, duecentesca e rifatta poi in epoca barocca con un bel campanile che sorge a fianco, la Torre Mariana, unico resto dell’antica cinta muraria insieme alla Torre Portixedda che chiudeva la città, diversi palazzi notarili tra i quali si segnalano per imponenza soprattutto il Seminario Vescovile, ed il sontuoso e seicentesco Palazzo degli Scolopi, ora sede del consiglio comunale.

Di particolare rilevanza la collezione archeologica proveniente dagli scavi nella vicina città fenicia di Tharros e dall’antica civiltà nuragica, conservati nell’Antiquarium Arborense.

Interessanti anche le tradizioni popolari, che a Oristano hanno un loro culmine nella medievale manifestazione della Sartiglia, con cavalieri mascherati, tamburi e torneo, una ricorrenza che mantiene inalterata nel tempo la sua tradizione.

Tra le spiagge ed il lungomare di Oristano si segnalano la grande spiaggia di Torregrande, la più frequentata dagli abitanti di Oristano, una distesa di sabbia a grana grossa e ghiaia molo lunga e circondala di palme, tanti locali, stabilimenti balneari e sovrastata dall’imponente sagoma della torre di guardia Sa Turri Manna.

Spiaggia La Maddalena

Spiaggia La Maddalena si trova nella Sardegna meridionale, a pochi chilometri, meno di 20 dal capoluogo dell’isola, Cagliari, nel comune di Capoterra.

Fenicotteri rosa negli stagni di Capoterra

Fenicotteri rosa negli stagni di Capoterra

Qui il turismo è veramente una novità, sviluppatosi nel corso degli ultimi vent’anni in maniera considerevole su un territorio la cui economia in passato era prevalentemente agricola e pastorale.

Il Golfo degli Angeli, su cui si affaccia la spiaggia è un tratto di osta particolarmente ricco di splendide località balneari, a partire dalla spiagge di Chia appena dopo il promontorio di Capo Spartivento, e proseguendo lungo la costa, incontrando Santa Margherita di Pula, Nora, Quartu Sant’Elena, Foxi, Solanas, fino alle ultime, Geremeas, Villasimius e Capo Carbonara.

Il mare, assolutamente limpido e cristallino, gioca con la meraviglia dei bagnanti mostrandosi in alternanza tra le belle rocce di granito o le lunghe distese di sabbia, in una festa di colori che sembrano stati creati dall’ispirazione di un pittore.

La costa, nonostante la presenza di ammassi rocciosi e piccole scogliere mantiene, per quasi tutta la sua lunghezza un andamento armonioso e poco frastagliato.

La Maddalena è un grosso inurbamento, per lo più fatto di case vacanze e strutture per l’accoglienza dei tanti turisti che si riversano sulle lunghe spiagge. Qui è un’area particolarmente amata dagli appassionati di windsurf perchè il vento soffia costante, ed i fondali bassi permettono anche ai meno esperti di cimentarsi nelle evoluzioni acrobatiche. La sabbia è in alcuni tratti grossa e di un bel colore arancione rosato, in altri tratti bianchissima. Alle spalle si estende una pianura, dove fiorisce la macchia mediterranea, ed una serie di stagni tra i quali si possono ammirare splendidi esemplari di fenicottero rosa.

Spiaggia di Santa Margherita

La spiaggia di Santa Margherita si trova nel tratto di costa cagliaritano a poca distanza da Pula. E’ una delle località più interessanti per chi si reca in vacanza in Sardegna, perchè oltre a godere di uno splendido mare si può cogliere l’occasione per visitare uno dei siti archeologici più interessanti della regione, l’antica città di Nora, un insediamento fondato dai fenici in un epoca molto remota, si parla addirittura del IX secolo Avanti Cristo.

Paese sulla costa sarda

Paese sulla costa sarda

Da visitare anche una più antiche chiese della Sardegna, Sant’Efisio la torre di Coltellazzo, ed il nuraghe di Domu’e S’Orcu.

Santa Margherita è invece una località moderna, che offre alberghi e villaggi, e l’unico edificio di un certo valore storico è la torre d’avvistamento (Cala d’Ostia) e Villa Santa Maria, costruita poco prima della metà dell’800.

Per quanto riguarda la spiaggia, essa si trova in una splendida posizione, orientata in modo da essere costantemente protetta dai forti venti di maestrale, garantendo quindi anche in presenza di forti folate un mare calmo e tranquillo all’interno della baia. La presenza dei venti è comunque un’ottima opportunità per coloro che amano il windsurf, e che quindi accorrono numerosi su questo tratto di mare. Un altro vantaggio della presenza del vento è la temperatura mite e sopportabile anche nei mesi più caldi come luglio ed agosto.

La spiaggia di Santa Margherita si divide in diverse località, che prendono il nome dagli stabilimenti balneari presenti o dalle strutture turistiche che sorgono alle spalle.

Questa è anche una zona dove si può facilmente trovare una buona sistemazione per quanto riguarda il pernottamento, e, tra le altre possibilità anche alcuni villaggi turistici di gran lusso.

Porto Columbu e Perd’è Sali

Porto Columbu e Perd’è Sali sono due rinomate località turistiche che si trovano nel comune di Sarroch, nel sud della Sardegna all’interno della Baia degli Angeli, in provincia di Cagliari.

Queste due località turistiche sono praticamente disabitate durante la stagione invernale, ma nel periodo estivo possono diventare particolarmente affollate.

sculture naturali in granito

sculture naturali in granito

Le due località si estendono sul litorale che comprende anche un porto turistico di particolare rilevanza. Le spiagge sono costituite di sabbia e piccoli ciottoli levigati ed appiattiti dall’erosione del mare e si affacciano su acque particolarmente limpide e cristalline.

La prima delle due spiagge, Perd’e’sali è situata all’altezza del porticciolo, mentre Porto Columbu si estende sulla parte destra del litorale.

Grazie al fatto di essere spiagge prospicienti ai centri residenziali, entrambe sono dotate di un discreto servizio in spiaggia, con noleggio di sdraio ed ombrelloni e la presenza di un chiosco bar per una gradevole pausa ristoratrice tra un bagno e l’altro. Porto Columbu e Perd’e’Sali possono anche essere località ideali dove pernottare durante le vacanze per la grande disponibilità di strutture turistiche, dagli hotel alle pensioni alla numerosa serie di bed&breackfast.

La zona inoltre è particolarmente interessante per gli appassionati di storia ed archeologia per la vicina presenza dei resti di un antico insediamento fenicio di particolare importanza, Nora, che si trova nei pressi di Capo Pula. Fondata dai fenici della cui presenza restano numerose tracce, nell’antico sito archeologico sono presenti anche i resti del successivo passaggio di cartaginesi e romani.

A poca distanza da Pula si trovano anche due estensioni boschive di particolare importanza nell’isola, Pixina Manna e Is Cannoneris.