Le meravigliose spiagge della Sardegna

mare di Sardegna

Alghero

Alghero, nella costa nord occidentale della Sardegna ha diverse attrattive da offrire per chi da una vacanza in Sardegna cerca spiagge magnifiche e mari cristallini e puliti. Una lunga teoria di spiagge infatti caratterizza tutto il lungomare ed i dintorni, e per chi vuole trascorrere le giornate a crogiolarsi sotto il sole e tuffarsi tra le onde non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La costa di Alghero

La costa di Alghero

Se ripercorriamo il litorale partendo dal sud della città troviamo la bella spiaggia della Speranza, che guarda verso sud, ed è un posto particolarmente amato da surfisti ed appassionati degli sport acquatici. Nella stessa zona, ma più impervie da raggiungere sono da citare due deliziose insenature, spiaggia Burantin e Poglina.

Proprio a ridosso del paese un’altra serie di deliziose distese di sabbia, il Lido Novelli, quella che un tempo era la più amata e frequentata località balneare dell’isola e la Spiaggia di Maria Pia, considerata da molti come la più bella di Alghero, per la deliziosa fila di dune che la separa dal cuore della città.

Poco più a nord la bella spiaggia delle Bombarde, un gioiello incastonato tra una verdissima vegetazione, e la spiaggia del Lazzaretto, la cui particolarità, oltre che la sua considerevole estensione è quella di offrire indimenticabili piccole insenature nascoste tra gli scogli per chi ama tranquillità e silenzio. E’ questa una delle più frequentate dai turisti, e quindi d’estate può essere anche molto affollata.

Al lato opposto della città, affacciata sulla Baia delle Ninfe troviamo la spiaggia di Porto Conte, circondata da bellissime rocce color ocra rossa e dalle propaggini della pineta Mugoni che con il suo verde contorno fanno di questa località uno dei più bei panorami della costa di Alghero.

Spiaggia di Flumini

La spiaggia di Flumini si trova facilmente una volta raggiunta la località di Montevecchio, sulla costa occidentale della Sardegna, nel comune di Arbus, un territorio particolarmente suggestivo, dove oltre agli splendidi tratti costieri ci sono moltissime località che meritano una visita, come per esempio le miniere abbandonate di Ingurtosu.

Tramonti magnifici di Sardegna

Tramonti magnifici di Sardegna

Gutture ‘e Flumini è diventato in pochi anni uno dei più conosciuti insediamenti urbanizzati della zona, sviluppatisi sull’onda dell’interesse di molti turisti e visitatori per le splendide ed incontaminate coste della Sardegna. Una baia splendida di sabbia dorata delimitata a nord da massicci di roccia calcarea ed a sud da rocce totalmente nere o scurissime di origine vulcanica. Le acque qui assumono una fantastica colorazione verde acceso,che in giornate particolarmente limpide regalano all’occhio gradazioni cromatiche irripetibili e difficili da dimenticare. Oltre alla spiaggia che si sviluppa lungo un pendio che scende piuttosto rapidamente e con discreta pendenza nel mare, si possono trovare decine di insenature e calette, alcune ancora sabbiose altre invece caratterizzate da scogliere levigate.

Proprio davanti alle spiagge ed alla costa affiorano dall’acqua gruppi di scogli. E’ qui che gli appassionati di immersioni e di snorkelling possono trovare paesaggi marini pittoreschi ed una ricca fauna marina, una moltitudine di pesci che sembrano addirittura non temere l’uomo e quindi gli si fanno incontro curiosi. Persino dalla spiaggia si possono ammirare sogliole e mormore che vengono a divertirsi tra i piedi dei bagnanti.

Ci sono servizi di noleggio di pattini e canoe durante l’alta stagione, un minimarket ed un chiosco dove ristorarsi tra una nuotata e l’altra.

Spiaggia di Capitana

La spiaggia di Capitana è una delle località più facilmente raggiungibili da chi giunge in Sardegna all’aeroporto di Cagliari, da cui la località dista appena una quindicina di chilometri.

Scogliere e mare azzurro

Scogliere e mare azzurro

Qui tutto sembra essere stato creato dalla natura per deliziare i visitatori, a partire dalle bellissime distese di sabbia dorata e dal mare che assume fantastiche colorazioni, dall’azzurro turchese al blu cobalto.

Qui a Capitana è sorto da qualche decennio un porticciolo turistico, e per questa ragione è facile trovare ormeggiati, anche per tutto l’anno, decine di splendidi yacht. La vocazione marinara si esprime perciò fortemente anche per coloro che vi giungono per una breve vacanza, e sarà facile trovare in affitto un imbarcazione a vela per sperimentare le proprie competenze nautiche veleggiando lungo la costa per ammirarne l’incantevole fascino. Per chi è appassionato di windsurf la località rappresenta una meta ideale.

Per gli appassionati delle immersioni qui c’è un appuntamento imperdibile con un relitto affondato negli anni della seconda guerra mondiale, il battello Romagna che giace spezzato in due sul fondale marino, ed anche chi è poco esperto di immersioni può raggiungerlo e persino entrare nel relitto per ammirarne gli interni ormai popolati solo più da centinaia di pittoresche creature marine.

Chi oltre ai bagni di sole e di mare è alla ricerca di attività mondane e serate da trascorrere divertendosi tra musica e danze si può recare nella poco distante cittadina di Pula dove la vita notturna è particolarmente vivace. Niente male anche le escursioni nell’entroterra, a bicicletta, a cavallo, alla scoperta degli incantevoli villaggi dell’entroterra.

Spiaggia di Geremeas

La spiaggia di Geremeas sorge sulla costa sud della Sardegna, a meno di venti chilometri dal capoluogo dell’isola, Cagliari. La sua vicinanza con il capoluogo sardo ha fatto si che la lunga baia, più di due chilometri, abbia conosciuto un notevole sviluppo ed inurbamento turistico, che tuttavia non è stato così selvaggio e rovinoso per il panorama e l’ambiente, risultando anzi molto rispettoso dell’armonia del paesaggio.

Geremeas

Geremeas

La lunga baia, racchiusa tra due collino ricchissime di vegetazione prende diverse denominazioni a secondo del punto in cui si approda alle belle spiagge di sabbia dorata che digradano nel mare con dolcezza. Le acque hanno la consueta spettacolare gradazione di colori, che cromaticamente comprendono un intervallo molto ampio di verde smeraldo, blu cobalto ed azzurro turchese. Il fondale è molto basso, e ciò la rende particolarmente appetibile per le famiglie con bambini piccoli che qui possono giocare e divertirsi in tutta sicurezza.

Sul lungo litorale sono presenti diversi servizi per aumentare il comfort di chi vi si reca, a partire dal noleggio di ombrelloni, sdraio e lettini all’affitto di canoe e pedalò per piacevoli passeggiate via mare lungo la costa. E’ anche presente un piccolo punto ristoro con bibite e panini.

Per gli appassionati di windsurf la spiaggia di Geremeas rappresenta una meta ideale perchè sovente battuta di forti venti che permettono le più spericolate e divertenti evoluzioni tra le onde. Altre località interessanti da vedere nei dintorni sono il bel litorale di Torre delle Stelle e, per chi ha voglia di spingersi più lontano le bellissime spiagge di Costa Rei.

spiaggia di Torre delle Stelle

La spiaggia di Torre delle Stelle si trova a ridosso di uno dei tanti inurbamenti nati nella seconda metà del ‘900 sulla costa sarda, che fino a quell’epoca era praticamente sconosciuta ai più e selvaggia ed incontaminata, a parte alcune località balneari note invece sin dall’antichità, sulla costa nord in Gallura ed a sud nel cagliaritano.

Mare a Villasimius

Mare a Villasimius

Oggi tale tratto di costa è particolarmente frequentato soprattutto dagli abitanti di Cagliari che ne affollano le numerose ville, e che giungono qui percorrendo la strada che collega il capoluogo alla cittadina di Villasimius con una bella strada panoramica. Torre delle Stelle è affollata soprattutto durante il periodo estivo, sebbene esprima il meglio di se soprattutto nella media e bassa stagione, quando la bassa presenza di pubblico permette di ammirare al meglio la festa dei colori dei litorali rocciosi e della profumata vegetazione della macchia mediterranea.

Due le località maggiormente frequentate e conosciute, la spiaggia di Genn’e Mari e la spiaggia di Cann’e Sisa, entrambe bellissime distese di sabbia bianchissima che digrada dolcemente nel mare dalle intense colorazioni azzurre e turchesi.

Altre spiaggette interesanti e decisamente più selvagge sono Sa Ruxi, che fa capolino da un verdissimo anfiteatro di ginepri e Mari Pintau, che, come suggerisce il nome, presenta acque dalle fantastiche e variegate colorazioni.

Essendosi sviluppato negli scorsi anni un grande villaggio turistico nell’area è possibile trovare interessanti proposte per integrare i bagni di sole e di mare con diverse attività sportive, dallo sci d’acqua allo snorkelling alle immersioni. Numerosa l presenza di bar e ristoranti aperti soprattutto in alta stagione.

Spiaggia di Cala Sinzias

La spiaggia di Cala Sinzias è una piacevole lunga striscia di sabbia bianca e fine contornata da una bella distesa di eucalipti che si trova lungo il bel litorale che congiunge Costa Rey a Villasimius, sulla costa orientale della Sardegna, percorrendo una bellissima strada panoramica che, oltre che a Cala Sinzias, è interessante per molte altre deviazioni verso analoghi splendidi tratti di mare.

Cala Sinzias

Cala Sinzias

Sebbene molto frequentata e parzialmente urbanizzata nel corso degli ultimi decenni, questa costa ha mantenute intatte le sue prerogative di pulizia ed immacolato candore, tanto che per molti anni di seguito la località è stata segnalata dalla Goletta Verde come una delle migliori spiagge per pulizia e limpidezza delle acque e della spiaggia. I fondi sono bassi, ma talvolta irregolari, quindi i nuotatori meno esperti e le famiglie con bambini sono avvertite e devono prestare attenzione. Invece i pescatori subacquei ed in genere tutti coloro che amano le immersioni troveranno proprio nell’irregolarità e varietà dei fondali di che soddisfare il loro desiderio di splenditi paesaggi marini, ricchi di pittoresche creature. Vi si trovano comodi servizi, a partire da un ampio e comodo parcheggio, al bar, al punto di ristoro, e per chi è alla ricerca di comodità e comfort si possono affittare sdraio ed ombrelloni.

E’ decisamente battuta dal vento, e quindi, soprattutto nel periodo estivo, questo candido tratto di mare si popola dei mille colori delle vele da windsurf, che durante tutta la giornata si possono osservare mentre volteggiano trasportate dalla brezza tra le acque azzurro turchesi del mare.

Spiaggia di Porto Corallo

Spiaggia di Porto Corallo, a ridosso dell’omonimo paese nella sub regione sarda del Gerrei, a pochi chilometri da Villaputzu e da Muravera deve il suo nome al fatto che nei secoli passati nel mare a ridosso della costa erano presenti diverse colonie coralline oggi purtroppo del tutto scomparse.

Porto Corallo

Porto Corallo

Le spiagge non hanno niente da invidiare ad altre blasonate località della Sardegna, in quanto a bellezza e fascino, lunghe distese di sabbia bianca ed immacolata, dalla grana finissima, si pecchiano in un mare limpido e cristallino, cangiante di colori in una paletta cromatica che spazia dal verde smeraldo all’azzurro turchese al blu cobalto.

Appena a ridosso del centro abitato di Porto Corallo la prima spiaggia, dominata dalla sagoma austera e silenziosa dell’antica torre spagnola. Verso nord un latro insediamento urbano, la cittadina di Quirra con l’omonima bella spiaggia. Qui si può anche prendere una pausa dalle nuotate e dai bagni di sole e visitare il castello di Quirra edificio risalente al tredicesimo secolo che svetta su un promontorio di roccia calcarea, con ai piedi una rara chiesetta tardo romanica, San Nicola.

Verso sud invece si incontrano la spiaggia di Costa Rey, incantevole ed incontaminato tratto di sabbia bianca, e poco oltre la foce del fiume Fiumendosa l’omonima bella spiaggia.

Sempre in direzione sud il litorale offre altri fantastici panorami con la spiaggia di San Giovanni, la spiaggia di Le Saline, Cristolaxedu e Ferraxi. Gli amanti delle bellezze paesaggistiche naturali faranno di sicuro una puntata al pittoresco stagno di Colostrai, ricco di pesci e di uccelli migratori.

Spiaggia di Torre di Barì

Torre di Barì si trova nel cuore del territorio dell’Ogliastra, un sub regione che si sviluppa sulla costa orientale della Sardegna. Un territorio ricco di attrattive non solo lungo la magnifica costa ma anche nell’entroterra, disseminato di boschi e pianure, antichi insediamenti urbani risalenti al remoto passato, necropoli e nuraghi, laghetti e stagni, che, nonostante ogni anno sia praticamente presa d’assalto da moltitudini di visitatori e turisti ha saputo conservare appieno le sue caratteristiche di territorio selvaggio ed incontaminato.

Magnifiche spiagge di Sardegna

Magnifiche spiagge di Sardegna

Torre di Barì si presenta al visitatore divisa in due diverse spiagge, separate da un basso promontorio roccioso dominato dalla rotonda sagoma dell’omonima torre fortificata, una muta sentinella che scruta il mare, un tempo foriero di risorse ma anche di temibili pericoli.

Da una parte la spiaggia è costituita da sabbia grossolana dal colore ambrato tendente al giallo ocra, mentre dalla parte opposta del promontorio sono i piccoli ciottoli perfettamente rotondi a ricoprire la costa.

Il fondale è basso per molti metri e qui le acque limpide e cristalline sono particolarmente calme e poco ondose.

Se a ciò si aggiunge il fatto che l’esposizione della spiaggia perfettamente ad oriente fa si che il sole sia presente durante tutto l’arco della giornata fino al tramonto ecco che si può considerare questo tratto di litorale come uno dei più interessanti da visitare per chi si reca in vacanza in Sardegna. Nonostante la sua bellezza sono presenti poche strutture e servizi per i turisti, che si limitano al noleggio di ombrelloni e pedalò ed al piccolo chiosco bar dove concedersi una pausa ristoratrice dalle fatiche della vita da spiaggia.

Spiaggia di Cala Gonone

Se molta parte delle coste e delle località balneari della Sardegna sono state per lungo tempo sconosciute a molti, solitarie ed isolate nella loro fantastica e selvaggia bellezza, questo non si può dire certamente di Cala Gonone, che sin dagli anni ’20 era una località molto apprezzata dai sardi facoltosi ed aristocratici che l’avevano scelta come meta ideale per le loro vacanze estive.

Cala Gonone

Cala Gonone

E non avevano per niente scelto male, perchè questo tratto di litorale lascia davvero incantati per bellezza e fascino.

La spiaggi storica della località, proprio a ridosso dell’abitato, Spiaggia Centrale, è ua belle lingua di sabbia dorata che si sviluppa dal pontile frangi flutti, dominata dalla Villa Ticca, edificio in puro stile liberty degli anni ’20 del 900. Poco oltre un lungo arenile di sabbia bianca costeggiato da alti bastioni di sabbia su cui svettano le propaggini della macchia mediterranea, quegli arbusti di ginepro, mirto, salvia e rosmarino che profumano l’aria con le loro fragranze odorose. Il mare azzurro turchese è l’ideale per le famiglie con bambini perchè il fondale piega dolcemente nelle acque limpide e cristalline, oltre alla comodità costituita dai bassi fondali l’area è altamente attrezzata dai servizi pr la spiaggia, e ci sono diversi punti ristoro e bar.

Cala Luna è una vera e propria poesia, forse uno dei luoghi più incantevoli della Sardegna, ed uno dei più belli in assoluto delle coste mediterranee. Qui la spiaggia è incastonata da alte falesie calcaree tra le quali si aprono alcune grotte ed il mare assume colorazioni che a stento si possono descrivere tale è la loro bellezza.

Spiaggia di Cala Liberotto

Cala Liberotto fa parte, insieme a Cala Ginepro, Sa Curcurica e Bidderosa, del magnifico litorale che da Siniscola si congiunge con la bella costa di Orosei, nel nord est della Sardegna, a poca distanza dalla Costa Smeralda e dalla sub regione della Gallura all’estremo nord dell’isola.

Mare turchese di Sardegna

Mare turchese di Sardegna

Qui le dolci ed ombrose pinete fanno da sfondo ad una costa che s presenta riccamente frastagliata in decine di insenature e calette di notevole fascino, con la sabbia che assume intensi riflessi argentati ed è finissima al tatto, ed il mare che assume tutte le possibili variazioni cromatiche dall’intenso blu cobalto al verde smeraldo al turchese. E’ il posto ideale per chi cerca pace calma e serenità, ed anche un pizzico di solitudine, perchè, nonostante il forte flusso di bagnanti e turisti tutti possono trovare almeno un angolino appartato dove trascorrere piacevolmente ed in assoluta tranquillità la giornata al mare. Notevoli i fondali, ideali per chi ama immergersi con maschera e pinne, riccamente variati tra fondo roccioso e sabbioso.

Dirigendosi verso nord si possono trovare altre località incantevoli come Sas Linnas Siccas caratterizzata da incantevoli gruppi di rocce di granito dalla splendida colorazione rosata e Fuile ‘e Mare, dove, passata la lunga spiaggia di sabbia finissima le rocce di granito lasciano il posto a scure rocce di basalto e la costa si fa frastagliata e rocciosa. Ancora più a nord l’incantevole spiaggetta di Foche Pizzinna e la foce del fiume Cedrino da cui il litorale torna nuovamente sabbioso, con una spiaggia larga e lunga quasi quattro chilometri.