Le meravigliose spiagge della Sardegna

Maddalena

Spiaggia di Isola delle Bisce

Isola delle Bisce è un piccolo isolotto affiorante a poca distanza dall’isola di Caprera all’interno di quel meraviglioso e poetico territorio che si apre all’estremo nord est della Sardegna, l’Arcipelago della Maddalena, dove isole ed isolotti dall’aspetto selvaggio ed incontaminato fanno a gara per conquistarsi l’ammirazione dei tanti turisti e visitatori che ogni estate affollano questo tratto di costa attirati dallo splendido paesaggio del mare e delle coste.

Isola delle Bisce

Isola delle Bisce

L’isola è praticamente disabitata, coperta della vegetazione tipica della zona, macchia mediterranea composta di profumatissimi arbusti, mirto e ginepro, e si staglia piatta e rocciosa con le scogliere che si gettano a capofitto nel mare davanti alla costa all’altezza di Cala Granu e Capo Ferro, appena oltre il piccolo agglomerato urbano di Liscia di Vacca. L’isola appartiene al Parco Internazionale delle Bocche di Bonifacio ed è terra di rifugio di molte specie di uccelli marini.

E’ una località davvero esclusiva, perchè per raggiungere la bella spiaggia sul lato occidentale dell’isolotto, Cala Bisce, è necessario trovare un passaggio da una delle tante barche che offrono escursioni guidate lungo le tante belle isole dell’arcipelago. E’ chiaramente più impegnativo raggiungerla rispetto ad altre località, ma chi vi si reca non rimpiange certo la fatica fatta.

E’ un luogo incantevole per chi vuole concedersi una giornata all’insegna del piacere e del relax e per i tanti appassionati di immersioni che possono trovare tra i fondali che si estendono lungo le isole un paesaggio di suggestiva bellezza, un vero e proprio paradiso naturale dove si inseguono e nuotano affascinanti creature marine.

Spiagge dell’isola di Spargi

L’Isola di Spargi è la terza per estensione tra le isole dell’Arcipelago della Maddalena, un incantevole agglomerato di terre affioranti dalle acque proprio davanti alla costa nord orientale della Sardegna.

Spargi

Spargi

E’ uno dei panorami più ammirati dell’isola, per il connubio ideale tra il mare dalle colorazioni mutevoli e cangianti dall’azzurro al verde smeraldo e le magnifiche conformazioni rocciose dei gruppi di granito grigi e rosati che millenni di erosione degli agenti atmosferici hanno scolpito in suggestive ed evocative figure. Nelle spiagge che si aprono tra le decine di insenature dell’isola si possono infatti ammirare veri e propri miracoli di sculture naturali, che da tempi remoti hanno stimolato la fantasia di coloro che le guardavano: lo Scoglio della Strega, il Bulldog, il Corno di Rinoceronte, lo Stivale, svettano sulle incantevoli distese di sabbia bianchissima.

Anche la vegetazione dell’isola è notevole per ricchezza e splendore, grazie alla presenza di diverse sorgenti d’acqua che ne permettono lo sviluppo. Tra le specie animali trionfano le capre e diverse specie di uccelli migratori, ben prima dei moderni bagnanti hanno eletto questo isolotto come luogo di sosta e di passaggio nelle loro instancabili migrazioni.

Durante la stagione estiva l’isola è letteralmente presa d’assalto da migliaia di visitatori che si recano lì per ammirarne la selvaggia bellezza. Tra le spiagge più conosciute e rinomate quelle della costa meridionale, Cala Corsara, e quelle della costa orientale, Cala Soraia, Cala Conneri ed infine Cala Granara. Da non mancare una visita alle ormai dismesse fortificazioni militari risalenti alla seconda guerra mondiale.

Spiaggia di Capo d’Orso

Capo d’Orso è una splendida località della costa nord della Sardegna, il pittoresco tratto di litorale che si estende da Santa Teresa di Gallura a Palau, caratterizzata da uno splendido specchio d’acqua in cui si rincorrono affascinanti variazioni cromatiche che vano dall’azzurro intenso al verde smeraldo. La si ritrova a pochi chilometri da Palau, all’interno del parco di Cala Capra, in faccia al suggestivo ed indimenticabile panorama delle isole dell’arcipelago della Maddalena e della Costa Smeralda.

Panorama della Costa Smeralda

Panorama della Costa Smeralda

Un angolo di mare e di costa rimasto praticamente incontaminato, nonostante sia meta, per la sua incantevole bellezza, di migliaia di visitatori e turisti soprattutto durante il lungo periodo estivo.

La spiaggia sabbiosa bianca e candida si apre all’improvviso tra alti gruppi di roccioso granito, e tutto intorno le rocce di granito, grazie all’erosione degli agenti atmosferici hanno scolpito la dura pietra in decine di forme affascinanti, una vera e propria collezione di incredibili sculture naturali, delle quali la più famosa e conosciuta è la Roccia dell’Orso, che riproduce le fattezze dell’animale posta sull’alto della costa a dominare tutta la splendida baia.

Intorno a Capo d’Orso si possono trovare decine di magnifiche calette ed insenature ed alcune delle spiagge più belle della costa, dalla solitaria e nascosta Cala di Trana alla spiaggia della Marmorata, fino alla striscia di sabbia che lega il promontorio dell’Isuledda alla terraferma, un paradiso riconosciuto per gli amanti degli sport acquatici, in particolare vela e windsurf. Una escursione su Monte Altura, dominato dall’omonimo forte permette di abbracciare con la vista tutto lo splendido panorama.

Spiagge dell’isola della Maddalena

L’isola Maddalena è la più grande di uno dei raggruppamenti di isole tra i più incantevoli non solo della Sardegna ma dell’intero Mare Mediterraneo.

Vista della Maddalena

Vista della Maddalena

Posto all’estremo nord della Sardegna, nel tratto di mare che la separa dalla Corsica all’altezza di Bonifacio l’Arcipelago della Maddalena è una delle mete inevitabili per chi è alla ricerca non solo di acque limpide e cristalline, ma anche di chi vuole godere appieno di un paradisiaco paesaggio in cui tutti gli elementi fanno a gara per lasciare stupefatto il visitatore.

Dalla natura selvaggia e rigogliosa, pini e macchia mediterranea dalle profumate fragranze, alle rocce di granito, dai colori cangianti, rosati e grigi, rossi o bianco panna, dalla spiagge bianchissime di sabbia fine al mare cristallino che si colora delle mille sfumature dell’azzurro e del verde, tutto ciò che si può vedere ed osservare lascerà un indelebile ricordo in chi vi si reca in vacanza. L’isola della Maddalena si raggiunge comodamente coi i traghetti a Palau, ed è l’unica tra le isole dell’arcipelago ad avere un centro abitato anch’esso affascinante e situato sul lato sud dell’isola.

Tra le spiagge più interessanti troviamo verso est Cala Petecchia e, separata da un istmo di terra l’isola Giardinelli, mentre a nord Cala Lunga dove si apre il porticciolo di Porto Massimo, incantevole ricovero per le imbarcazioni. Tra le altre località da non perdere per nessuna ragione Abbatoggia, e la bella insenatura di Stagno Torto, con le spiagge del Castellino e Monte di Rena, Punta Cannone e la spiaggia dello Strangolato. Paradisiaca ed ampiamente frequentata, dopo la Punta di Gardiamaiore la spiaggia di Bassa Trinità, ed altrettanto bella ma decisamente più solitaria Cala Francese.

Spiagge dell’isola di Caprera

L’isola di Caprera deve certamente parte della sua fama al fatto di essere stata per circa vent’anni la terra dove visse il celebre condottiero ed eroe del risorgimento Giuseppe Garibaldi, che in questo angolo di paradiso trascorse gli ultimi vent’anni della sua burrascosa esistenza.

E molto di Garibaldi è rimasto sull’isola, a partire dalla sua abitazione, la Casa Bianca che oggi è stata trasformata in un museo che raccoglie gli oggetti personali dell’eroe. Poco distante dalla casa si trova la tomba dove Garibaldi sarà sepolto dopo la sua morte, il 2 giugno 1882.

Caprera

Caprera

L’isola che oggi è abitata da poche decine di persone è raggiungibile grazie ad un ponte che la collega all’Isola Maddalena, e fa parte integrante dell’area protetta dell’Arcipelago della Maddalena.

Un paesaggio assolutamente strepitoso fa da sfondo a questa terra dall’aspetto aspro e selvaggio, e nello stesso tempo così dolce e suggestivo, dove tra le rocce di granito modellate dal mare in incantevoli sculture naturali si aprono tratti di spiaggia di affascinante bellezza, mentre tutto intorno la vegetazione di pini e macchia mediterranea fa bella mostra di se.

Tra le spiagge più famose e visitate troviamo Cala Andreani, all’estremo sud dell’isola, le due belle calette di Cala Brigantina sulla parte orientale dell’isola, facilmente raggiungibile dal mare e un po’ meno da terra, le tre calette di Cala Caprese, anch’esse raggiungibili via mare.

Altre spiagge sono Cala Portese, chiamata anche Spiaggia dei due Mari perchè lo stretto lembo di terra presenta magnifiche spiagge su entrambi i lati, e poi ancora Cala Napoletana e Cala Serena, Il Relitto al centro della quali si trovano i resti di un antico battello naufragato e Porto Palma, a settentrione, dopo il quale si raggiunge il Centro Velico Caprera, una delle più conosciute ed apprezzate scuole di vela al mondo.

Spiagge Isola di Santo Stefano

Santo Stefano è la quarta per estensione tra le isole dello splendido Arcipelago della Maddalena, l’incantevole gruppo di isole che estende all’estremo nord della Sardegna nel tratto di mare che quest’ultima condivide con la Corsica.

E per bellezza non è certamente da meno delle sue sorelle più grandi, sia per quanto riguarda il paesaggio, rude, selvaggio e fertile di distese di arbusti tipici della macchia mediterranea e di pini che sorgono sulla roccia granitica di cui è costituito il sostrato geologico dell’intero arcipelago.

Arcipelago della Maddalena

Arcipelago della Maddalena

Il granito qui assume fantastiche colorazioni che spaziano dal grigio rosato al rosso ed i gruppi di scogli si presentano alla vista del visitatore nelle più fantasiose forme che l’erosione di vento e mare hanno modellato nel durissimo materiale.

Sebbene parte dell’isola sia chiusa al pubblico lungo il litorale est, per la presenza di basi militari, la maggior parte delle quali è comunque in fase di essere dimessa, un cospicuo numero di visitatori e turisti vi si reca ogni anno sulla parte accessibile che offre agli ospiti interessanti scorci paesaggistici ed alcune spiagge interessanti, a partire dal punto di approdo, la località Cala Fumata.

Molto bella anche la spiaggia del Pesce sul lato occidentale dell’isola, proprio a ridosso di un grande villaggio turistico. Per gli amanti dei panorami indimenticabili è d’obbligo una passeggiata per raggiungere il punto più alto dell’isola, Punta dello Zucchero, che si alza dal mare di appena 102 metri ma che regala a chi arriva alla sommità un’incredibile visione d’insieme di uno dei più affascinanti tratti costieri della Sardegna.

Spiaggia di Punta Sardegna

Punta Sardegna è uno degli esempi tipici di quanto possa essere affascinante il litorale nord della Sardegna che si affaccia sullo splendido arcipelago della Maddalena nel nord dell’isola.

E’ una località che non ostante l’alta frequentazione soprattutto durante il periodo estivo ha mantenute intatte le sue caratteristiche paesaggistiche e naturalistiche. Una località esclusiva in cui villette e residence si nascondono eleganti e lussuose tra la vegetazione rispettando in tutto e per tutto l’armonia di un ambiente naturale incontaminato ed unico per bellezza.

A pochi chilometri da Arzachena, passato il suggestivo villaggio di Porto Rafael e continuando verso l’estremità del promontorio si giunge nei pressi di Punta Sardegna, dominata dal faro e dalla mole austera dei Forte Altura. Qui, dall’alto delle rocce si può ammirare il panorama suggestivo dell’isola di Spargi e di Cala Corsara. Qui il panorama è caratterizzato dai gruppi di scogli dalle conformazioni pittoresche e singolari che scendono ripidi nel mare.

Punta Sardegna

Punta Sardegna

Da qui si può raggiungere a piedi una spiaggia incantevole, Cala di Trana, una località tranquilla e solitaria, l’ideale per contemplare al meglio lo splendido mare dai colori cangianti che variano dall’azzurro al verde smeraldo, una delle caratteristiche più ammirate di questo tratto di costa.

Sempre da Punta Sardegna si può raggiungere un’altra interessante località, Costa Serena e poco oltre la piccola ed affascinante insenatura di Poltu Cuncatu, dove immergersi in un mare cristallino dal quale affiorano direttamente dall’acqua, levigate dalla millenaria e paziente opera di erosione dei venti e del mare, alcuni suggestivi gruppi di rocce calcaree.

Spiaggia di Porto Pollo

La Spiaggia di Porto Pollo la si trova percorrendo lo stretto istmo di terra che collega la terra ferma alla penisola dell’Isuledda, che si protende nel Mare Tirreno davanti al prodigioso panorama dell’Arcipelago della Maddalena.

portopollo

portopollo

Si tratta di uno stretto lembo di terra a poca distanza da Palau da cui si raggiunge la spiaggia in pochi minuti di automobile.

E’ una delle spiagge più celebrate dagli amanti degli sport acquatici, in particolare windsurf e kitesurfing per via delle piacevoli distese di sabbia bianchissima lunghe diversi chilometri che rendono comodo e splendido l’ingresso in mare. I venti che soffiano poi sono particolarmente adatti ad intraprendere tutte le evoluzioni. Il fatto poi che la spiaggia si trovi su una lingua di terra particolarmente stretta permette di avere la possibilità di prendere il vento dalla posizione più vantaggiosa, ed è quindi un posto ideale anche per gli sportivi meno esperti. Per tutta la stagione estiva perciò è facile per chi vi se reca in vacanza ammirare le vele multicolori che punteggiano le belle acque cristalline di n azzurro intenso.

Oltre agli sportivi sono in molti gli appassionati di mare che si recano in questo angolo di paradiso per piacevoli giornate tra sole e mare. E decisamente questo angolo di Sardegna è veramente un gioiello da non perdere se si vuole trascorrere una vacanza all’insegna del piacere e del benessere. Per soggiornare si può scegliere se fermarsi a Palau, cittadina che offre tutti i servizi oppure nei tanti villaggi turistici che si possono trovare lungo il litorale.

Spiagge di Poltu Quatu

Poltu Quatu è una delle tante incantevoli perle che si possono trovare in Costa Smeralda, un mix di splendide spiagge e litorali magnifici di natura selvaggia e paesaggi indimenticabili.

Da Poltu Quatu a Caprera

Da Poltu Quatu a Caprera

Poltu Quatu significa “porto nascosto” ed effettivamente questo delizioso paesino appare agli occhi dei visitatori come un gioiello incastonato tra gli arbusti della macchia mediterranea e le rocce di granito, a pochi passi da alcune delle più belle spiagge della costa nord occidentale della Sardegna.

Un approdo ideale per le imbarcazioni in pochi anni è diventata una delle mete privilegiate per chi si sposta con yacht ed imbarcazioni lungo la costa ed attraverso le isole splendide e selvagge dell’arcipelago della Maddalena, che da Poltu Qualtu si possono ammirare in tutta la loro incantevole bellezza, la più prossima al paese è Caprera che domina come un anfiteatro naturale l’ingresso del porticciolo.

Appena di fronte al villaggio la costa è rocciosa, una serie di scogli di granito dalle belle sfumature rosate si getta a capofitto nel mare turchese e verde smeraldo. Per trascorrere una bella giornata all’insegna del piacere, tra sole e mare incantevole, ci si può spingere fino a Baia Sardinia, una delle località più vicine, interamente coperta di sabbia bianca e finissima oppure raggiunere il bel litorale intorno a Porto Cervo, come la lunghissima spiaggia di Pevero, o l’insieme di magnifiche spiagge e calette della zona di Liscia Ruja.

A Poltu Quatu si possono trovare piacevoli attività mondane che vanno dallo shopping alle serate da trascorrere tra ristoranti pub e discoteche.