Le meravigliose spiagge della Sardegna

Isolotti Ferraglione

Isolotti Padiglioni

Gli isolotti Padiglioni sono situati nell’estrema punta sud occidentale della Sardegna, dove comincia la grande insenatura del Golfo di Teulada.

Il mare azzurro tra gli scogli

Il mare azzurro tra gli scogli

E’ un paesaggio stupendo qui che vale la pena di visitare, anche se per farlo bisogna armarsi di spirito di avventura ed essere pronti a qualche camminata faticosa. Questi isolotti infatti si aprono su un magnifico tratto di mare che è un sogno per chi ama tuffarsi dalle rocce, ma sono raggiungibili solo via mare in barca o percorrendo strade sterrate e sentieri via terra. La strada panoramica infatti, Passa molto all’interno rispetto a Capo Spartivento, come si chiama questo promontorio.

Ma la fatica sarà ricompensata una volta giunti in vicinanza del mare. Qui il paesaggio lascia infatti esterrefatti per la sublime bellezza fatta di rocce e scogli affioranti da un mare dalle mille sfumature del blu e del turchese. Scogli e rocce che, essendo di duro granito, hanno resistito a millenni di erosione, trasformandosi nel tempo in singolari gruppi scultorei che sembrano usciti dallo scalpello di un artista ispirato.

Si possono trovare deliziose calette da cui tuffarsi in mare, ed è altamente consigliato portarsi dietro maschera e pinne perchè qui i fondali marini possono offrire panorami di indimenticabile fascino.

Per ammirare la bellezza di tutto questo tratto di costa si può raggiungere il punto più alto del Capo Spartivento dove torreggia un faro alto 66 metri che tutt’oggi svolge la sua utilissima funzione di avvisare le imbarcazioni della presenza di costa e scogliere.

Isolotti Ferraglione

Gli isolotti Ferraglione, che sarebbe più opportuno chiamare scogli, rappresentano una delle attrattive di un ngolo selvaggio ed incontaminato della Sardegna, Capo Spartivento, un territorio che si alza a picco sul mare nella Sardegna sud occidentale, nel punto più a sud della grande isola mediterranea.

Scogliere

Scogliere

Qui ai visitatori sembrerà di entrare d’incanto in un mondo sperduto e primitivo, le poche vie di comunicazione carrozzabile infatti percorrono l’entroterra, lasciando solo ad alcuni sentieri ed a strade sterrate il compito di condurre gli avventurosi a calcare questi percorsi paradisiaci.

Chi vi giunge, dopo aver percorso chilometri di strade e sentieri, semi nascosti tra splendida macchia mediterranea e rade pinete, non potrà fare a meno però di ritrovarsi soddisfatto della fatica fatta.

Un a serie di insenature e calette, proprio davanti alle formazioni rocciose che si alzano dal mare, che si aprono improvvise tra le rocce, che qui hanno tutte il miracoloso e pittoresco aspetto di eccezionali sculture naturali. La dura roccia granitica infatti per millenni esposta alle intemperie di vento e mare si è modellata in figure che ricordano sagome di animali e di uomini. Il mare è un sogno di limpidezza e di pulizia, e chi si getta tra le acque con maschera e pinne resterà estasiato dalla bellezza dei fondali marini, anch’essi, come il territorio circostante del tutto incontaminati.

Sulla punta di Capo Spartivento, a dominare il paesaggio, un faro alto più di 60 metri il più antico della Sardegna e tuttora funzionante.