Le meravigliose spiagge della Sardegna

isola Asinara

Isola dell’Asinara

L’isola dell’Asinara è la seconda per ampiezza tra le isole che costeggiano la Sardegna dopo Sant’Antioco, e si trova nell’area nord occidentale, davanti all’omonimo grande golfo.

Nel corso dell’800 l’isola è diventata una colonia penale, ed è solo ultimamente che ha smesso quella funzione, per cui le spiagge e l’isola stessa sono assolutamente ancora intatte ed incontaminate.

Mare turchese di Sardegna

Mare turchese di Sardegna

Solo un piccolo borgo, Cala d’Oliva è abitato, per il resto invece l’isola è completamente deserta. Da pochi anni diventata parte di una riserva naturalistica, il Parco Nazionale dell’Asinara, che ne protegge il raro e preziosissimo patrimonio di flora e fauna, sua sulla terraferma che negli splendidi fondali.

La bellezza del luogo è sottolineata dalle tante spiagge presenti sull’isola, meta di coloro che vogliono provare forti emozioni di fronte ad un tale paesaggio che sembra essere rimasto tale e quale dal giorno della creazione.

Tra queste Cala d’Arena è la più bella, circondata da una florida vegetazione costituita dalla macchia mediterranea e discretamente sorvegliata da un’antica torre di guardia. Un’altra bella spiaggia è Cala San’Andrea, incastonata tra alte scogliere di granito. Cala d’Oliva è invece la località dove approdano le imbarcazioni e dove il mare ha una particolare e suggestiva colorazione di un intenso turchese.

Un altro punto di approdo lo si trova più a sud, a Cala Reale, dove sono presenti piccole insenature ed i fondali offrono lo splendido spettacolo di una nave romana affondata, e poco distante, Punta Trabuccato.

Da ricordare le bellissime insenature intorno a Cala Sabina, dove si può trovare pace e tranquillità.