Le meravigliose spiagge della Sardegna

Cagliari

Spiaggia di Capitana

La spiaggia di Capitana è una delle località più facilmente raggiungibili da chi giunge in Sardegna all’aeroporto di Cagliari, da cui la località dista appena una quindicina di chilometri.

Scogliere e mare azzurro

Scogliere e mare azzurro

Qui tutto sembra essere stato creato dalla natura per deliziare i visitatori, a partire dalle bellissime distese di sabbia dorata e dal mare che assume fantastiche colorazioni, dall’azzurro turchese al blu cobalto.

Qui a Capitana è sorto da qualche decennio un porticciolo turistico, e per questa ragione è facile trovare ormeggiati, anche per tutto l’anno, decine di splendidi yacht. La vocazione marinara si esprime perciò fortemente anche per coloro che vi giungono per una breve vacanza, e sarà facile trovare in affitto un imbarcazione a vela per sperimentare le proprie competenze nautiche veleggiando lungo la costa per ammirarne l’incantevole fascino. Per chi è appassionato di windsurf la località rappresenta una meta ideale.

Per gli appassionati delle immersioni qui c’è un appuntamento imperdibile con un relitto affondato negli anni della seconda guerra mondiale, il battello Romagna che giace spezzato in due sul fondale marino, ed anche chi è poco esperto di immersioni può raggiungerlo e persino entrare nel relitto per ammirarne gli interni ormai popolati solo più da centinaia di pittoresche creature marine.

Chi oltre ai bagni di sole e di mare è alla ricerca di attività mondane e serate da trascorrere divertendosi tra musica e danze si può recare nella poco distante cittadina di Pula dove la vita notturna è particolarmente vivace. Niente male anche le escursioni nell’entroterra, a bicicletta, a cavallo, alla scoperta degli incantevoli villaggi dell’entroterra.

Spiaggia di Geremeas

La spiaggia di Geremeas sorge sulla costa sud della Sardegna, a meno di venti chilometri dal capoluogo dell’isola, Cagliari. La sua vicinanza con il capoluogo sardo ha fatto si che la lunga baia, più di due chilometri, abbia conosciuto un notevole sviluppo ed inurbamento turistico, che tuttavia non è stato così selvaggio e rovinoso per il panorama e l’ambiente, risultando anzi molto rispettoso dell’armonia del paesaggio.

Geremeas

Geremeas

La lunga baia, racchiusa tra due collino ricchissime di vegetazione prende diverse denominazioni a secondo del punto in cui si approda alle belle spiagge di sabbia dorata che digradano nel mare con dolcezza. Le acque hanno la consueta spettacolare gradazione di colori, che cromaticamente comprendono un intervallo molto ampio di verde smeraldo, blu cobalto ed azzurro turchese. Il fondale è molto basso, e ciò la rende particolarmente appetibile per le famiglie con bambini piccoli che qui possono giocare e divertirsi in tutta sicurezza.

Sul lungo litorale sono presenti diversi servizi per aumentare il comfort di chi vi si reca, a partire dal noleggio di ombrelloni, sdraio e lettini all’affitto di canoe e pedalò per piacevoli passeggiate via mare lungo la costa. E’ anche presente un piccolo punto ristoro con bibite e panini.

Per gli appassionati di windsurf la spiaggia di Geremeas rappresenta una meta ideale perchè sovente battuta di forti venti che permettono le più spericolate e divertenti evoluzioni tra le onde. Altre località interessanti da vedere nei dintorni sono il bel litorale di Torre delle Stelle e, per chi ha voglia di spingersi più lontano le bellissime spiagge di Costa Rei.

spiaggia di Torre delle Stelle

La spiaggia di Torre delle Stelle si trova a ridosso di uno dei tanti inurbamenti nati nella seconda metà del ‘900 sulla costa sarda, che fino a quell’epoca era praticamente sconosciuta ai più e selvaggia ed incontaminata, a parte alcune località balneari note invece sin dall’antichità, sulla costa nord in Gallura ed a sud nel cagliaritano.

Mare a Villasimius

Mare a Villasimius

Oggi tale tratto di costa è particolarmente frequentato soprattutto dagli abitanti di Cagliari che ne affollano le numerose ville, e che giungono qui percorrendo la strada che collega il capoluogo alla cittadina di Villasimius con una bella strada panoramica. Torre delle Stelle è affollata soprattutto durante il periodo estivo, sebbene esprima il meglio di se soprattutto nella media e bassa stagione, quando la bassa presenza di pubblico permette di ammirare al meglio la festa dei colori dei litorali rocciosi e della profumata vegetazione della macchia mediterranea.

Due le località maggiormente frequentate e conosciute, la spiaggia di Genn’e Mari e la spiaggia di Cann’e Sisa, entrambe bellissime distese di sabbia bianchissima che digrada dolcemente nel mare dalle intense colorazioni azzurre e turchesi.

Altre spiaggette interesanti e decisamente più selvagge sono Sa Ruxi, che fa capolino da un verdissimo anfiteatro di ginepri e Mari Pintau, che, come suggerisce il nome, presenta acque dalle fantastiche e variegate colorazioni.

Essendosi sviluppato negli scorsi anni un grande villaggio turistico nell’area è possibile trovare interessanti proposte per integrare i bagni di sole e di mare con diverse attività sportive, dallo sci d’acqua allo snorkelling alle immersioni. Numerosa l presenza di bar e ristoranti aperti soprattutto in alta stagione.

Spiagge di Capo Spargivento

Da Cala Cipolla si percorre un sentiero che porta il visitatore in vista della stupenda località di Capo Spartivento, una delle località protese nel mare più a sud di tutta l’isola. Da questo punto, proprio in cima al capo si gode di una vista stupefacente, che spazia a 360 gradi sulle belle acque di un azzurro intenso del mar Tirreno.

Alle spalle la macchia mediterranea si stende dolcemente e tra mille fragranze profumate sugli affioranti gruppi di rocce granitiche.

Acque trasparenti...

Acque trasparenti...

Qui si possono trovare numerose spiaggette interessanti per chi è alla ricerca di paradisi incontaminati e di litorali da sogno. Un tempo praticamente ingorate e sconosciute oggi queste spiagge si affollano di bagnanti, soprattutto durante l’alta stagione.

A Perdalonga la sabbia assume una colorazione argentata e discende dolcemente in mare con una bassissima pendenza. Poco oltre la più famosa delle spiagge della zona, la Tuaredda, un incantevole baia di acque limpide e piacevolmente calme da cui si può ammirare l’isolotto che da il nome alla località.

Un tratto di mare che fa la gioia sia delle famiglie con bambini che nei bassi litorali possono giocare e bagnarsi in tutta sicurezza, sia degli appassionati di immersioni e snorkeling, che si tuffano per ammirare gli esaltanti e pittoreschi fondali marini.

Interessanti anche le località di Capo Malfatano e di Pixinnì, dominate entrambe da una torre cinquecentesca.

Raggiungibile facilmente ed in poco tempo anche la spiaggia di Santa Margherita di Pula, circondata da una bella ed ombrosa pineta.