Le meravigliose spiagge della Sardegna

Spiagge dell’Isola dei Cavoli

L’isola dei Cavoli svetta con i suoi 40 ettari a poco meno di un chilometro davanti al promontorio di Capo Carbonara. Il suo nome singolare è al centro di un dibattito sulle origini della denominazione, chi la considera una deformazione della parola dialaettale “cavoru”, che significa granchio in lingua sarda, chi invece sostiene che la sua denominazione derivi dalla presenza di una specie rara ed altamente singolare di piante della famiglia dei cavoli (le brassicacee) che fioriscono sull’isola.

Il faro

Il faro

Dalle coste molto frastagliate l’isola presenta baie e calette molto interessanti e piacevoli, che si raggiungono con la propria imbarcazione o in escursione grazie ai tanti programmi organizzati di esplorazione che partono dalle cittadine della costa.

Appartenente al Parco Geomarino della Area Protetta di Capo Carbonara ospita nel suo territorio disabitato decine di specie di uccelli, alcuni di singolare rarità. Chi vi approda nel porticciolo di Cala Ponente, l’antico approdo realizzato dagli unici umani che per anni hanno risieduto sull’isola per la gestione del faro, che svetta imponente attorno ad un’antica torre spagnola, ha un ampia scelta riguardo ai luoghi dove trascorrere la giornata, Cala di Cipro, Cala di Murta.

La selvaggia bellezza della superficie dell’isola si rispecchia negli affascinanti fondali ricchi di creature marine. Chi fosse in zona nel periodo estivo di fine luglio potrà assistere ad un evento interessante e suggestivo, la processione della Madonna del Naufrago, con la quale si ricordano i marinai che hanno perso la vita in questo tratto di mare.

Ibarcazioni ricche di fiori raggiungono una statua della Madonna posta sui fondali marini, e sub e prete recitano la messa a dieci metri di profondità ai piedi della madonna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.