Le meravigliose spiagge della Sardegna

mr.sardegna

Oristano

Oristano nasce intorno all’anno mille su precedenti insediamenti che hanno origini nella fortissima presenza fenicia e cartaginese sulle coste sarde, testimoniata ancora oggi dai tanti siti archeologici disseminati lungo tutti i litorali dell’isola, Nora, Tharros, Bithia.

Spiaggia di Torregrande a Oristano

Spiaggia di Torregrande a Oristano

E’ situata nell’area ad ovest della Sardegna, un territorio sin dall’antichità conosciuto e sfruttato per i tanti giacimenti minerari che possiede, dal ferro all’oro, dal piombo allo zinco.

La bellezza cittadina è caratterizzata da un ricco numero di monumenti da visitare, come la Cattedrale, duecentesca e rifatta poi in epoca barocca con un bel campanile che sorge a fianco, la Torre Mariana, unico resto dell’antica cinta muraria insieme alla Torre Portixedda che chiudeva la città, diversi palazzi notarili tra i quali si segnalano per imponenza soprattutto il Seminario Vescovile, ed il sontuoso e seicentesco Palazzo degli Scolopi, ora sede del consiglio comunale.

Di particolare rilevanza la collezione archeologica proveniente dagli scavi nella vicina città fenicia di Tharros e dall’antica civiltà nuragica, conservati nell’Antiquarium Arborense.

Interessanti anche le tradizioni popolari, che a Oristano hanno un loro culmine nella medievale manifestazione della Sartiglia, con cavalieri mascherati, tamburi e torneo, una ricorrenza che mantiene inalterata nel tempo la sua tradizione.

Tra le spiagge ed il lungomare di Oristano si segnalano la grande spiaggia di Torregrande, la più frequentata dagli abitanti di Oristano, una distesa di sabbia a grana grossa e ghiaia molo lunga e circondala di palme, tanti locali, stabilimenti balneari e sovrastata dall’imponente sagoma della torre di guardia Sa Turri Manna.

Città di Cagliari

Cagliari è una città di origini molto antiche, probabilmente fondata già nell’ottavo secolo Avanti Cristo dai Fenici, e da allora cuore pulsante e centro di potere di tutti coloro che hanno dominato la Sardegna nel corso dei secoli.

Spiaggia del Poetto

Spiaggia del Poetto

L’originaria città si sviluppa in seguito in epoca medievale attorno al castello che sorge su una collina, e da cui si dipartono le strade del primo e più antico quartiere di Cagliari, Castello.

La sua posizione al centro del grande Golfo degli Angeli ne fanno,oltre che una città dalle gandi attrattive architettoniche, artistiche e museali anche un luogo da cui partire per esplorare una serie di litorali assolutamente affascinanti per chi vuole godersi una vacanza in Sardegna.

Di particolare pregio la Cattedrale, romanica, costruita intorno alla metà del 1200, il Castello San Michele ed il monumentale Bastione di Saint Remy, opera di fortificazione di epoca ottocentesca.

Da visitare anche il Santuario di Nostra Signora di Bonaria sottolineata nell’architettura dalle forti influenze della presenza dei catalani in Sardegna.

I litorali cagliaritani sono molto interessanti per trascorrere qualche giornata al mare, a partire dalla grande spiaggia, il Poetto, che rappresenta, ormai da un secolo, la meta preferita dei cagliaritani, con la sua lunga estensione di sabbia circondata dalla dune, ricchissima di stabilimenti balneari attrezzati e di tanti locali che ne fanno un luogo di incontro non solo nel corso della giornata ma anche a notte fonda.

Altre spiagge da segnalare sono Calamosca, le belle spiagge di Quartu Sant’Elena, Geremeas, Cala Regina, Cala e Moru, e poi, proseguendo ancora lungo il litorale, Torre delle Stelle, Solanas e Sa Ruxi. Più avanti ancora si incontra il bel litorale di Villasimius.

Portoscuso

Portoscuso, che in dialetto sardo significa “nascosto” è un paese della subregione del Sulcis, nella Sardegna occidentale.

Entroterra a Portoscuso

Entroterra a Portoscuso

Il suo territorio da sempre è stato caratterizzato da due grandi risorse economiche che ne hanno caratterizzato la nascita e lo sviluppo. Da un lato il mare offriva grandi quantità di pesce, soprattutto tonni, che venivano pescati con particolari tecniche di pesca collettive ed in seguito lavorati nei tanti stabilimenti che sorgevano lungo la costa, alcuni anche molto antichi, dall’altro la presenza di notevoli giacimenti di minerali, soprattutto alluminio e zinco che hanno contribuito a sviluppare nella zona l’industria estrattiva e la lavorazione dei metalli.

Oltre all’aspetto economico che ha profondamente segnato il paesaggio, Portoscuso è anche una località particolarmente apprezzata dai turisti per le belle spiagge che si trovano lungo il litorale costiero. Già nel cuore del centro storico cittadino troviamo La Caletta, mentre un’altra spiaggia graziosa, Paleturri, si trova a poca distanza dalla torre cinquecentesca che svetta sul paese.

Un’altra serie di spiagge nelle frazioni del comune di Portoscuro, a Portovesme, a poca distanza dall’area portuale industriale che si vede dalla spiaggia, ed a Portopaleddu.

Interessante anche il lungomare che corre lungo il paese, una lunga spiaggia con alle spalle una serie di locali, alberghi ristoranti e bar.

A Portoscuso c’è anche un vivace e capiente porticciolo turistico, sviluppatosi di recente. Da non perdere un’escursione nel centro storico, con una bella chiesa seicentesca, Madonna d’Itria. Poco lontano dal centro interessante la visita ad un antico arsenale, Su Pranu, risalente al sedicesimo secolo, dove si ricoveravano i vascelli utilizzati per la pesca del tonno.

Portovesme

Portovesme fa parte delle tre frazioni in cui si divide il comune di Portoscuso, che si trova sulla costa est della Sardegna nella regione del Sulcis. Quest’area è stata da sempre caratterizzata dallo sfruttamento minerario del territorio, ricco di minerali come zinco, piombo, bauxite da cui si ricava l’alluminio, oro ed argento.

Tramonto a Portoscuso

Tramonto a Portoscuso

Tale industria ha caratterizzato fortemente l’area soprattutto nella seconda metà del ventesimo secolo quando questa zona è diventata uno dei nodi principali dell’attività metallurgica ed estrattiva della Sardegna. Dello sviluppo industriale è testimonianza anche il vasto porto commerciale che si trova proprio nella frazione di Portovesme.

A fianco a quest’attività la tradizionale risorsa del territorio è stata da sempre la pesca del tonno, praticata sin dall’antichità. Ancora oggi molti piatti della cucina locale sono a base di tonno.

La spiaggia di Portovesme si trova proprio nelle vicinanze dell’area portuale, una discreta estensione di sabbia bianca carezzata da acque limpide e turchesi. A tratti, lungo la spiaggia, una serie di scogli affioranti levigati dal mare spezzano con grazia la linea di sabbia. I fondali sono bassi e sabbiosi, l’ideale per i bambini più piccoli.

E’ una zona molto frequentata dai turisti, e per questo motivo vi si possono trovare diversi stabilimenti balneari attrezzati nonché tutte le comodità della vita da spiaggia. E’ anche presente una nutrita serie di locali, bar e ristoranti, ed anche qualche struttura alberghiera.

Spiaggia di S’arena Scuada

La spiaggia di S’arena Scuada si trova nella costa centro occidentale della Sardegna, vicino al paese di Putzu Idu, ed amministrativamente fa parte del piccolo comune di San Vero Milis.

conchiglie sulla spiaggia

conchiglie sulla spiaggia

E’ un incanto approdare qui per chi si reca in vacanza in Sardegna, perchè tutto sembra essere stato qui modellato da madre natura per deliziare gli occhi ed i sensi tutti di chi ammira questo angolo di paradiso.

A cominciare dalla bella serie di spiagge, che qui hanno la particolarità di avere una sabbia bianca e fine, alla quale si mischiano piccolissimi cristalli di quarzo dai molteplici colori, offrendo così sfumature e cromatismi di notevole fascino. Ogni tanto, la lunga teoria di spiagge è interrotta dall’affiorare di dolci gruppi di scogli levigati dall’effetto erosivo del vento e del mare, che creano così piccole insenature meta di chi preferisce godersi questa meraviglia di mare in un angolino appartato.

Essendo così esposta sulla costa la località offre anche interessanti opportunità di divertimento e di svago per gli appassionati di windsurf e di kitesurfng che accorrono qui numerosi durante la stagione estiva per cimentarsi con vento ed onde.

Un’altra particolarità che rende questa località interessante la presenza di un particolare tipo di pietra calcarea ed argillosa con cui i bagnanti si cospargono perchè ha notevoli effetti cosmetici.

Spiaggia di Sa Rocca Tunda

La spiaggia di Sa Rocca Tunda si trova proprio davanti ad una piccola località balneare all’interno dell’area comune di San Vero Milis, una dei paesi che fanno parte della splendida Costa Verde nella Sardegna centro occidentale.

Panorama da San Vero Milis

Panorama da San Vero Milis

E’ una località adatta soprattutto per coloro che vogliono deliziarsi di sole e mare in tutta tranquillità, che qui è garantita dal basso fondale, ideale anche per i bagnanti più piccoli, dalle acque limpide e cristalline che si colorano di mille riflessi di azzurro, verde e turchese, e dalla presenza di qualche discreto ma efficiente stabilimento balneare ed alcuni punti ristori. Il paese alle spalle della spiaggia è separato da una serie di dune di sabbia, sulle quali si aggrappano profumati cespugli della macchia mediterranea, come mirto e ginepro.

La sabbia di Sa Rocca Tunda si presenta chiara e fine, con delicate venature grigie e rosate. Al fondo, verso ovest, si scorge la spiaggia di Su Pallosu.

E’ una località dove facilmente si possono trovare opportunità per il soggiorno, una notevole quantità di infrastrutture turistiche, tra hotel, bed & breackfast, ed appartamenti. E’ anche una cittadina ideale per spingersi alla scoperta delle tante attrattive che questo angolo di Sardegna sa offrire ai suoi visitatori, dalle altre belle spiagge intorno al comune di San Vero Milis, come Mesa Longa, Putzu Idu, Mandriola, le bellissime falesie del Sinis, le scogliere di Capo Mannu, ed anche gli interessanti paesaggi naturalistici delle lagune nell’entroterra, dalla splendida vegetazione lacustre tra la quale si possono scorgere magnifici esemplari di fenicottero rosa.

Spiaggia Argentiera

Spiaggia Argentiera si trova a metà strada tra Alghero e Porto Torres, in una località caratterizzata dalla presenza di diversi ruderi delle ottocentesche strutture minerarie che un tempo caratterizzavano l’attività economica di questo tratto di territorio, e che ora sono in disuso.

Antiche miniere

Antiche miniere

Il pittoresco ed assolutamente originale paesaggio minerario d’altri tempi può lasciare molti sconcertati, ma appena si giunge alla spiaggia ecco che anche i più restii abbandonano le perplessità e corrono a tuffarsi nel mare.

E’ una piccola mezzaluna di sabbia, costeggiata dai due lati da pareti di roccia che conducono al mare aperto che chiude con un panorama da cartolina lo sfondo della spiaggia.

Dietro la spiaggia una grande duna artificiale, formatasi nel tempo per gli scarti degli scavi.

Qui la sabbia ha una colorazione assolutamente originale, costituita dai detriti e dalle polveri originate dal lungo periodo di lavorazione dei minerali estratti dalla miniera che si sono depositati sulla spiaggia, per questo motivo essa appare leggermente scura ed in alcuni tratti quasi nera.

E’ una località ancora poco sfruttata dal punto di vista turistico e sono anche poche le possibilità di soggiornarvi, a parte un piccolo insediamento alle spalle dell’antico villaggio minerario.

Tuttavia per chi volesse trascorrere una giornata diversa, in un luogo altamente suggestivo, la spiaggia dell’Argentiera rappresenta la meta ideale. Il mare qui non è particolarmente tranquillo, anzi, è sovente molto ondoso, ed anche il vento si fa sentire. Ma il tramonto in questo spicchio di spiaggia è assolutamente da non perdere, indimenticabile.

Spiaggia delle Bombarde

Spiaggia delle Bombarde è una delle località dove si recano con piacere coloro che hanno scelto Alghero ed il suo litorale come meta delle proprie vacanze in Sardegna. Si tratta di una spiaggia non grandissima ma affascinante per due motivi, la bellissima distesa di sabbia bianca e finissima ed il mare che qui è particolarmente pulito e cristallino, e caratterizzato da una tavolozza di colori che vanno dal verde all’azzurro chiaro al blu.

Costa di Alghero

Costa di Alghero

E’ una spiaggia che si trova a pochissima distanza dal centro di Alghero, e per questo motivo è ampiamente frequentata anche dagli abitanti della città. Soprattutto i giovani sono di casa sulla spiaggia delle Bombarde perchè intorno alla distesa di sabbia ci sono diversi locali, bar e ristoranti che, oltre a fornire ristoro e deliziose pause durante il corso della giornata, di notte si trasformano in vere e proprie discoteche all’aperto, un must per chi ama trascorrere la notte ballando ed ammirando lo splendido panorama del mare al tramonto e nella notte scura.

A fare da contorno al bellissimo litorale contribuisce con la sua florida bellezza la natura circostante folta di pinete. Qua e là lungo la spiaggia affiorano scogli di origine vulcanica, a rendere più movimentato ed ulteriormente pittoresco il paesaggio. La sua posizione esposta a sud la rendono particolarmente adatta, quando soffiano i venti meridionali come lo scirocco od il libeccio, per coloro che amano windsurf e kitesurfing, e non è raro che le onde raggiungano anche altezze considerevoli.

Spiaggia di Fontanamare

La spiaggia di Fontanamare è una delle più ampie ed estese tra quelle che si affacciano nel golfo di Gonnesa, un piccolo comune della provincia di Carbonia-Iglesias, nella sub regione del Sulcis, nella Sardegna sud occidentale.

Fontanamare

Fontanamare

La lunga distesa che si affaccia proprio davanti alla cittadina è caratterizzata da morbida sabbia, fine ed in alcuni punti lievemente più grossa, davanti ad un mare cristallino dai bei colori.

E’ una località molto amata dagli appassionati degli sport a vela, come windsurf e kitesurf, grazie ai forti venti che soffiano sul litorale. Tuttavia ciò non significa che i bagnanti siano infastiditi dal vento, perchè la spiaggia è incastonata tra gruppi di scogli da un lato e dalle rovine di un antico porto minerario dall’altro lato.

I fondai sabbiosi digradano dolcemente nel mare, permettendo anche alle famiglie con bambini di scegliere questa spiaggia per trascorrere incantevoli giornate di mare e di sole. Anche gli appassionati di immersioni e pesca subacquea troveranno in questa località interessanti escursioni sottomarine da fare.

La spiaggia di Fontanamare si raggiunge facilmente arrivando da Iglesias in direzione di Gonnesa, appena prima del paese si troveranno le indicazioni per la spiaggia con un tratto lungo ancora circa 4 chilometri prima di raggiungere il mare.

Essendo una località frequentata da molti bagnanti e turisti durante la stagione estiva, lungo la spiaggia si trovano diverse strutture ricettive, tra le quali bar, ristorante ed anche un paio di alberghi e residence per chi volesse pernottare proprio a ridosso del mare.

Spiaggia Mandriola

Spiaggia Mandriola è una delle magnifiche località che si affacciano sulla costa centro occidentale della Sardegna poco più a nord della Penisola del Sinis. Siamo nel territorio di San Vero Milis, un piccolo comune particolarmente piacevole per chi ama il mare perchè presenta diverse località interessanti.

Imbarcazioni a Mandriola

Imbarcazioni a Mandriola

Qui a Mandriola il mare è limpido e trasparente, e la località particolarmente adatta per le famiglia con bambini piccoli che possono giocare e divertirsi in tutta tranquillità nel fondale poco profondo che caratterizza il lungomare. I particolare fascino la piccola ma deliziosa Cala Saline.

Tra le spiagge una serie di basse scogliere che si gettano nel mare danno appuntamento agli appasionati dei fondali. La piccola località turistica di Mandriola è anche un interessante punto di partenza per una serie di bellissime escursioni, che partono direttamente dal piccolo porticciolo, un idelae punto di attracco per piccole imbarcazioni, sia per raggiungere l’oasi di paradiso costituita dall’isola di Mal di Ventre, con le sue incantevoli e selvagge spiaggette, ed anche verso la zona delle famose falesie del Sinis, uno stupefacente spettacolo di alte scogliere che si gettano a picco nel mare da 20 metri e più di altezza.

Intorno il panorama offre altri interessanti paesaggi naturali, in particolare l’area delle saline, una zona paludosa ricca di vegetazione ed allietata dalla presenza di fantastici esemplari di fenicottero rosa.

Poco distante altre mete particolarmente affascinanti sono costituite da Putzu Idu, Capo Mannu e la deliziosa spiaggia di S’Arena Scoada.